SCIOPERO TRASPORTI, LUNEDI’ DI DISAGI, MARSILIO, ”AVANTI NEL RISANAMENTO TUA”

6 Ottobre 2019 21:18

PESCARA – Domani Lunedì 7 ottobre in Abruzzo sarà una giornata di sciopero del trasporto pubblico proclamato dalle segreterie regionali di Filt Cgil e dalla Fit Cisl e Faisa Cisal. A Chieti un corteo da Largo Cavallerizza arriverà per un sit-in davanti al municipio in corso Marrucino.

Le motivazioni dello sciopero del 7 ottobre ricalcano sostanzialmente quelle della protesta dello scorso 16 settembre organizzato per contestare la politica regionale sui trasporti e per rivendicare scelte diverse in tema di risorse, regole e riforme.

Il presidente della Regione, Marco Marsilio, intanto ribadisce il pieno sostegno alle politiche di risanamento e rinnovamento messe in campo da Tua per garantire la qualità del servizio di trasporto pubblico.




“Con il management di TUA SpA e il sottosegretario Umberto D’Annuntiis – afferma Marsilio -, la Giunta e la maggioranza di governo regionale hanno condiviso ogni passaggio e le scelte strategiche finora effettuate per ridurre i costi e ottimizzare il servizio. Bilanci a posto e trasparenti sono la pre-condizione per continuare a offrire un servizio adeguato e affrontare la sfida del risanamento di un’azienda che sconta anni di difficoltà e di ritardi, soprattutto nel campo del rinnovo dei mezzi. Per questo continueremo a sostenerne l’azione, nonostante le inevitabili e spesso strumentali polemiche, e se per compiere fino in fondo una salutare ‘operazione verità’ il Consiglio regionale vorrà accogliere la richiesta del Presidente Giuliante di istituire una Commissione d’inchiesta sul TPL, il Presidente e la Giunta non potranno che essere d’accordo”

Lo sciopero, si legge sul sito della Tua, potrà comportare la mancata effettuazione di corse in arrivo e in partenza nelle fasce tra mezzanotte e le ore 05.30, dalle ore 8.30 alle 13 e dalle 16 alle 24. Tua garantisce i servizi nelle fasce tra le 5.30-8.30 e tra le 13 e le 1. Inoltre, a causa delle modalità dell'astensione lavorativa, la ripresa del servizio immediatamente dopo lo sciopero potrebbe non essere assicurata.

Queste le fasce di garanzia delle altre società di trasporto: Ama (6.30 e le 8.30 e dalle 13.10 alle 17.10); Di Fonzo ( 5-8.30 e tra le 13 e le 15.30); Napoleone (5.30-8.30 e 13-16.30); la Panoramica (6-9 e 12-15); Cerella (5-8.30 e 13-15.30); Satam (5.30-8.30); Baltour e Tessitore (6-9 e 13-16); Di Giacomo (5-8.30 e 3-15.30).

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare:


Gli articoli più letti in queste ore: