SCONTO UNIVERSITA’ A DIPENDENTI REGIONE: FRATOIANNI INTERROGA MINISTRO

19 Ottobre 2019 11:05

TERAMO – Un'interrogazione parlamentare a firma dell'onorevole di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni, rivolta al ministro dell'IIstruzione Lorenzo Fieramonti, contro l'accordo sottoscritto tra Università di Teramo e Regione Abruzzo, che prevede il taglio del 30 per cento delle tasse universitarie per i dipendenti della Regione in servizio e in pensione, e pure per i coniugi e conviventi nonché i figli dei dipendenti regionali, anche in questo caso in servizio o in pensione. Intesa che dall'altra parte politica ha mandato su tutte le furie anche il consigliere comunale dell'Aquila Daniele D'Angelo, detto Parkeller,di Fratelli d'Italia.

A dare notizia dell'inizativa parlamentare Daniele Licheri, Pierluigi Iannarelli e Saverio Gileno della Segreteria di Sinistra Italiana abruzzo

“Il presidente della Regione Marco Marsilio, anziché attivarsi per garantire il diritto allo studio elementare, medio ed universitario in Abruzzo  si legge nella nota – , finanziando maggiormente le borse di studio, sostenendo le Università abruzzesi e aggiornando la Legge Regionale sul diritto allo studio ferma al 1978 – per cui è pronta da tempo una proposta degli studenti; promuove una misura “elitaria” rivolta unicamente ai dipendenti della Regione e ad un unico ateneo regionale”. 






“Una norma inaccettabile, un beneficio ingiusto e incomprensibile che ricade sulla fiscalità generale e per questo palesemente incostituzionale. Per noi è fondamentale che tutte e tutti possano accedere ai massimi livelli di Istruzione, a parità di condizioni, per questo tramite i nostri Parlamentari, in particolare, presenteremo una Interrogazione parlamentare al Ministro Fioramonti.”

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore: