SEDE SOCCORSO ALPINO SULLA COSTA, TINARI: “ALLORA ALL’AQUILA UFFICIO PER IL DEMANIO MARITTIMO”

29 Dicembre 2021 16:07

L'Aquila: Politica

L’AQUILA – “Intendo farmi promotore presso la Regione Abruzzo di un provvedimento che insedi all’Aquila l’ufficio regionale per il demanio marittimo”.

A lanciare la provocazione è il presidente del Consiglio comunale dell’Aquila Roberto Tinari, in aperta polemica rispetto alla decisione di localizzare la sede del soccorso alpino a Pescara anziché nel capoluogo regionale.

E infatti Tinari spiega: “Mi sembra una scelta normale e opportuna, tanto quanto quella di collocare sulla costa la sede del soccorso alpino abruzzese”.

Una decisione che nei giorni scorsi ha spaccato la maggioranza di centrodestra che ha bocciato la sede all’Aquila, inserita in un emendamento al cosiddetto Mille proroghe firmato dal consigliere regionale del PD, l’aquilano Pierpaolo Pietrucci e condiviso da esponenti della coalizione di governo, i consiglieri civici Roberto Santangelo (Azione politica), dell’Aquila, e Simone Angelosante (ex Lega, ora Valore Abruzzo), e dal consigliere Mario Quaglieri, di Fratelli d’Italia. Lo scontro è esploso in particolare tra Pietrucci e il capogruppo azzurro ed ex assessore Mauro Febbo. A cambiare idea è stato Quaglieri, mentre Santangelo ha votato contro la sua maggioranza e Angelosante non era presente in aula.

E così Tinari si inserische nel dibattito: “Resto esterrefatto – e non solo io – per certe decisioni che sono davvero prive di ogni significato. Non si tratta di campanilismo: qui sono in gioco la logica e il buon senso. Come si può pensare a una sede del Soccorso Alpino lontano dalle montagne?”.

“La Regione rifletta bene su questo aspetto e ridefinisca all’Aquila la sede di questa importantissima organizzazione. Il posto c’è, le strutture anche e pertanto occorre che si proceda subito in questa direzione”, chiosa Tinari.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: