SEGRE: PRORETTORE D’ANNUNZIO SMENTISCE SINDACO ”E’ DOCENTE ONORARIO, LEGAME CON PESCARA ESISTE”

9 Novembre 2019 18:49

CHIETI –  ''Liliana Segre ha ottenuto per la prima volta in Italia il grado di professore onorario all'Università D'Annunzio, su proposta mia conferita da Rettore e Senato Accademico. Essendo l'Università a Chieti e Pescara, è evidente che il legame con il territorio esiste''. 

E' quanto afferma, all'Ansa il proRettore alle relazioni culturali della D'Annunzio Stefano Trinchese, smenntendo di fatto le posizioni assunte dal sindaco di Pescara Carlo Masci, e di Vincenzo D'Incecco, capogruppo della Lega, che hanno respinto al mittente la proposta di conferire senatrice a vita, 84 anni, deportata nel campo di concentramento di Auschwitz quando aveva 14 anni, è oggetto di campagne di odio sui social da parte dell'estrema destra antisemita e filonazista, la cittadinanza onoraria.

Per il Prorettore, che nella sua carriera si è specializzato all'Università di Bonn, dove ha studiato la Repubblica di Weimar e la Germania Post bellica oltre ad aver effettuato per due anni ricerche all'Institut fur Europaische Geschichte di Magonza. qualora ''non dovesse bastare quanto detto precedentemente, la testimonianza e la memoria di chi ha sofferto l'Olocausto sono un patrimonio comune che travalica la micropercezione di tipo moralistico e provinciale e assurge a patrimonio universale di tutti, soprattutto di una terra martoriata dalla guerra come l'Abruzzo''. 





In merito alle celebrazioni sulla caduta del Muro di Berlino per Trinchese ''La caduta del muro va contestualizzata e problematizzata nella prospettiva storica del mutamento traumatico che determinò in Europa e nel mondo, non la si può assolutizzare in una raffigurazione storica o di lettura politica unilaterale''.

La proposta della cittadinanza onoraria era stata avanzata dalla consigliera di opposizione del centrosinistra Marinella Sclocco, e ha diviso la politica pescarese, diventando un caso nazionale dopo il no del sindaco Masci, e di  D'Incecco, capogruppo della Lega al Comune di Pescara, secondo i quali “mancano i presupposti per dare la cittadinanza onoraria perchè manca un legame con il nostro territorio: a questo punto dovremmo conferirla anche ai tanti rappresentanti delle istituzioni che ricevono pubbliche offese e minacce”.

A L'Aquila invece si dice pronto a conferire la cittadinanza onoraria il sindaco Pierluigi Biondi, di Fratelli d'Italia. Com pure il Comune di Spoltore, e quello di Teramo, e altre municipalità abruzzesi. Ultimail comune di Tocco da Casauria, ed oggi il sindaco Riziero Zaccagnini, annuncia l’iniziativa che sarà iscritta all’ordine del giorno del prossimo Consiglio Comunale, previsto entro la fine del mese di Novembre.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare:


Gli articoli più letti in queste ore:

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!