SETTIMANA NAZIONALE CELIACHIA, NELLE SCUOLE DELL’AQUILA IL MENU GLUTEN FREE È PER TUTTI

21 Maggio 2022 13:15

L'Aquila: Abruzzo

L’AQUILA  – Risotto allo zafferano, coscetta di pollo al forno con fagiolini all’olio, banane, dolce, cracker e pane preparato dall’istituto alberghiero del capoluogo abruzzese. Tutto rigorosamente biologico e, soprattutto, senza glutine.

Nella Settimana Nazionale della Celiachia anche ai 3.000 bimbi dell’Aquila è stato servito, mercoledì 18 maggio, un menu gluten-free. Ma non solo: perché oltre ai piatti preparati dalle cuoche della Vivenda, l’azienda del Gruppo La Cascina Cooperativa responsabile del servizio di ristorazione scolastica, è stato distribuito materiale informativo come occasione di avvicinamento e conoscenza verso i compagni celiaci, aumentati del 25% in cinque anni nel solo Comune dell’Aquila. A mangiare senza glutine oggi sono in Italia 225.418 persone, in Abruzzo 5.255 con un rapporto 1 a 2 fra uomini e donne.

L’evento, nato in collaborazione con il Comune dell’Aquila e l’AIC Abruzzo,  ha inteso prima di tutto essere un momento di inclusione e dialogo nel luogo principe della socialità, la tavola: mangiare tutti insieme senza glutine dimostrando come la celiachia sia solo una delle tante diversità, che non è un limite bensì una risorsa e una ricchezza.

“Vogliamo lanciare un messaggio forte, importante, ai nostri piccoli commensali e alle loro famiglie – ha spiegato Viky Bottone, direttore della filiale Abruzzo per la Vivenda Spa – la celiachia è più diffusa di quanto si possa credere, non deve però essere vissuta come elemento ostracizzante ma, semmai, come arricchimento per tutti. Non è una moda ma la normalità che ci fa capire anche come ci sia tanta disinformazione intorno al tema che dobbiamo eliminare lavorando soprattutto sulle nuove generazioni. Purtroppo – e lo dico da professionista ma ancor più da padre di famiglia – molti sono spinti a vivere questa malattia in modo poco sereno, alcuni addirittura si vergognano. Ecco, la Vivenda al fianco dell’AIC Abruzzo e del Comune dell’Aquila vuole cambiare rotta, educando e informando per una mensa più inclusiva e solidale”.

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: