SEVEL ATESSA: SCIOPERO DI SOLIDARIETA’ AUMENTO ORE DI LAVORO IN STABIIMENTO USA STELLANTIS

30 Marzo 2021 14:13

ATESSA – Il sindacato Usb dello stabilimento Sevel di Atessa partecipa allo sciopero di solidarietà contro l’aumento dell’orario di lavoro imposto da Stellantis nello stabilimento Sterling Height del Michigan (Stati Uniti). La nuova organizzazione del lavoro prevede la rotazione, nell’arco di 14 giorni consecutivi (sabati e domeniche inclusi), di 4 squadre al posto delle 3 attuali, e 12 ore di lavoro giornaliero per squadra anziché le 8 ore di adesso.

“Oggi siamo chiamati a lottare contro un modello lontano migliaia di chilometri, ma che si avvicinerà molto a noi nei prossimi mesi, un modello da sconfiggere con la solidarietà e la forza operaia. Le dichiarazioni del CEO Tavares sui costi degli stabilimenti italiani devono farci riflettere, in Sevel abbiamo avuto i primi segnali di quello che si presenta come un cambiamento in senso negativo. L’obiettivo è chiaro: sfruttare sempre più i lavoratori e avanzare pretesti per futuri spostamenti di produzione dall’Italia”, si legge nella nota.

“E’ noto a tutti come già 50 colleghi di lavoro, ragazzi interinali, sono stati rimandati a casa e sostituiti da trasfertisti cassintegrati di Cassino – prosegue la nota -. Un po’ meno noti sono i tagli alle ditte esterne che si occupano di pulizie, Atlas e Iscot, che hanno prodotto 29 lavoratori rimandati a casa e una diminuzione delle ore di lavoro per gli altri dipendenti. Infine non è da non sottovalutare il trasferimento in Polonia della produzione del Ducato Maxi e mini, Sevel rischia di perdere nei prossimi anni un qualcosa come 50mila furgoni, senza alcuna notizia di un nuovo modello per il futuro di questo stabilimento. Tutti questi sono segnali preoccupanti su quella che è la strategia Stellantis, e cioè quello del ricatto occupazionale con una sorta di asta al ribasso in termini di diritti, salario e carichi di lavoro sulla pelle dei lavoratori. Per questi motivi come USB abbiamo ritenuto di dover scioperare, in tutti gli stabilimenti Stellantis, schierandoci al fianco dei colleghi americani, per far arrivare un messaggio di solidarietà e di unità dei lavoratori Italiani”, conclude la nota”.

 

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA


    Ti potrebbe interessare: