SI SENTE MALE IN CASA E MUORE A 51 ANNI: PIANELLA E ROSCIANO PIANGONO CRISTIANA D’ONOFRIO

4 Settembre 2022 11:20

Pescara - Cronaca

PESCARA – Una morte improvvisa che ha lasciato sconvolta l’intera comunità, quella di Cristiana D’Onofrio, 51 anni, impiegata della Bcc.

La donna è sentita male ieri mattina intorno alle 9, mentre in casa con lei, a Cerratina, frazione di Pianella (Pescara) c’erano tre dei suoi quattro figli. Sono stati loro a chiamare la nonna, arrivata come un lampo dalla sua abitazione lì a due passi. Ha chiamato il 118 ma non è servito.

“Mi sento morire”, le ultime parole alla madre Lella, racconta Il Centro.

Una storia che ha lasciato sgomenta tutta la comunità che Cristiana incrociava quotidianamente nei suoi impegni di lavoro, di madre, di moglie e di parrocchiana molto presente nella chiesa di San Nicola Vescovo, a Cerratina.

Il paese è sotto choc, e non solo Cerratina, dove da sempre abitano i genitori Lella e Giovanni. Il dolore della improvvisa scomparsa di Cristiana è rimbalzato subito anche nella vicina Rosciano, dove la 51enne era un volto accogliente e sempre disponibile per tutti coloro che si rivolgevano alla filiale della Bcc, e dove ha lavorato fino a venerdì come al solito, come era lei: gentile, sorridente. E anche a Rosciano, per tutta la giornata di ieri, il paese che si apprestava a vivere la festa patronale si è chiuso in un silenzio carico di rispetto e dolore.

I funerali sono ancora da stabilire. La salma è all’obitorio dell’ospedale di Pescara, ma non è escluso che la famiglia voglia richiedere l’autopsia per capire come e perché è morta Cristiana. Con i genitori, la piangono i suoi tre fratelli, la suocera, i cognati, un’intera comunità. Annullata, a Pianella, la festa patronale di oggi.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©

    Ti potrebbe interessare: