SICCITA’, SALVI 50 MILIONI PER IL FUCINO:
SI SBLOCCA PROGETTO PER NUOVA RETE IRRIGUA

SUMMIT AL MINISTERO CON DELEGAZIONE AMMINISTRATORI MARSICA, ANNUNCIO CAPO GABINETTO VERRECCHIA: "RICONOSCIUTO LAVORO REGIONE ABRUZZO"; RUSCIO: "FONDI NON ANCORA RIPRISTINATI"

20 Giugno 2022 19:06

L'Aquila - Cronaca

L’AQUILA – Salvi i 50 milioni di euro inseriti dal precedente governo di centrosinistra nel Masterplan e si sblocca ufficialmente il progetto per la nuova rete irrigua per le coltivazioni della Piana del Fucino, un bacino di 7mila ettari che da solo produce oltre il 25% del Pil agricolo dell’Abruzzo con esportazioni in Italia e nel mondo dove si attende da 50 anni la soluzione dell’annosa problematica e della emergenza idrica.

Lo fa sapere in un post su Fb il dirigente regionale Massimo Verrecchia, capo di gabinetto della Regione Abruzzo nello staff del presidente della Regione, Marco Marsilio, di Fdi, il quale notizia sulle risultanze del summit di questa mattina a Roma nella sede del ministero del Sud con il deputato di Fi Paolo Russo, consigliere politico del ministro, Mara Carfagna, alla presenza di una delegazione di amministratori della Marsica e di rappresentanti delle associazioni di categoria.

Più cauti gli amministratori in prima linea per la soluzione dell’annosa problematica: “Il dato di fatto è uno. Ci è stato confermato che ad oggi il definanziamento del Masterplan non è stato ancora ripristinato”, scrive in una nota inviata all’Ansa la portavoce, assessore al bilancio del Comune di Avezzano Loreta Ruscio.

Verrecchia spiega: “Questa mattina ho partecipato all’incontro, presso il Ministero per il Sud e la coesione territoriale, con una delegazione di amministratori marsicani e di categoria per l’impianto irriguo del Fucino. L’incontro presieduto dall’on. Russo, consigliere del Ministro Cafagna, ha ribadito quanto sempre sostenuto dal presidente Marsilio e dal vice presidente con delega all’Agricoltura Imprudente, ossia che i fondi per tale opera inseriti nel cosiddetto accordo Provenzano torneranno alla Regione Abruzzo o attraverso l’FSC o il CIS”.

“Un ringraziamento va all’on Russo per aver ribadito il costante e continuo lavato con la Regione Abruzzo, grazie al quale quei fondi non sono stati persi per la mancata progettazione, cosa ora possibile con l’affidamento all’Agenzia regionale per le attività produttive data da questa Amministrazione regionale”, conclude Verrecchia.

La delegazione marsicana aveva incontrato il ministro Carfagna lo scorso 6 giugno informalmente a Cerchio (L’Aquila) per consegnare il ‘Patto per il Fucino’, un dossier dettagliato sullo stato attuale dell’irrigazione delle campagne fucensi siglato il 30 maggio scorso da 14 amministratori e dalle associazioni di categoria del primo settore, oltre ad una lettera di richiesta di un incontro a Roma, assieme alla nota inviata dai sindaci della Marsica alla Regione per “sensibilizzare i rappresentanti abruzzesi alla soluzione di questa problematica, non più procrastinabile”.

In quello stesso giorno, Imprudente aveva annunciato l’incarico della progettazione affidata ad Arap e pronta entro settembre e la copertura finanziaria.

In una nota stampa il consigliere comunale di Celano (L’Aquila) e della Provincia dell’Aquila Dino Iacutone si è detto soddisfatto “dell’incontro a cui ho partecipato, sia come delegato del Comune di Celano che come Provincia dell’Aquila, presso il ministero dove è stato ribadito quanto sempre sostenuto dal presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, dove i fondi saranno garantiti grazie alla progettazione affidata da questa amministrazione”.

Alla riunione, oltre a Iacutone, hanno partecipato tra gli altri l’assessore al Bilancio del Comune i Avezzano (L’Aquila) Loreta Ruscio, portavoce di sindaci ed amministratori della Marsica, i sindaci di Collarmele, Enzo Mostacci, di Aielli, Enzo Di Natale, di San Benedetto dei Marsi, Quirino D’Orazio, il vice sindaco di Luco dei Marsi, Giorgio Giovannone, i rappresentanti della associazioni di categoria di Confagricoltura, Stefano Fabrizi, e della CIA, Franco Fina e l’affetto stampa del comune di Avezzano Germanico Patrelli. 

L’assessore Ruscio aggiunge: “L’onorevole Russo a sua volta ha proposto due soluzioni al Governo regionale per far fronte a questa mancanza. L’inserimento nella  riprogrammazione 2021/2027 oppure tramite l’inserimento nel C. I. S. (contratto istituzionale di sviluppo) che potrebbe avvenire anche in tempi più brevi. I rappresentanti della delegazione hanno compreso che per la tutela degli interessi del territorio è necessaria la loro partecipazione diretta che ci sarà anche nelle fasi successive. Erano presenti anche i rappresentanti delle Associazioni di categoria di Confagricoltura nella persona di Stefano Fabrizi e CIA nella persona di Franco Fina. Coldiretti ha delegato il Comune DI Avezzano”, conclude Ruscio.

Nonostante la presenza dell’addetto stampa del Comune di Avezzano Germanico Patrelli, il Comune di Avezzano, che già non aveva annunciato la convocazione a Roma, non ha emesso comunicati stampa.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: