SISMA 2009: BPER BANCA STANZIA PLAFOND DI 100 MILIONI, FIRMATO PROTOCOLLO D’INTESA

21 Dicembre 2023 15:18

L'Aquila - Cronaca, Terremoto e Ricostruzione

L’AQUILA – È stato siglato oggi, all’Aquila, il protocollo d’intesa con cui BPER Banca ha stanziato un plafond di 100 milioni di euro finalizzato a supportare gli interventi di ristrutturazione edilizia sugli immobili danneggiati dagli eventi sismici del 2009 in Abruzzo, legati all’utilizzo del Supersismabonus (Superbonus 110% e Sismabonus).

L’accordo è stato sottoscritto nella sede BPER Banca di corso Vittorio Emanuele, all’Aquila, alla presenza di Stefano Vittorio Kuhn, Chief Retail & Commercial Banking Officer di BPER Banca, Giuseppe Marco Litta, responsabile BPER Banca Direzione territoriale Centro Est, Pierluigi Biondi, sindaco dell’Aquila, Giovannino Anastasio, Coordinatore dei Sindaci del cratere sismico, Mario Fiorentino, Coordinatore della Struttura di Missione per il coordinamento dei processi di ricostruzione e di sviluppo nei territori colpiti dal sisma del 6 aprile 2009 e Gianni Frattale, presidente Ance L’Aquila.





L’intesa recepisce la recente deroga, prevista dal Governo e varata dal Parlamento, per la ricostruzione degli edifici privati nelle regioni colpite dai terremoti del 2009 e del 2016, che consente fino a tutto il 2025 di beneficiare del Supersismabonus 110% in abbinamento sia alla cessione del credito d’imposta che allo sconto in fattura.

Le imprese iscritte all’Anagrafe avranno l’opportunità di presentare a BPER Banca la richiesta di un plafond dedicato alla cessione dei crediti di imposta, che sarà sottoposto ad analisi ed istruttoria da parte dell’Istituto.

Stefano Vittorio Kuhn, Chief Retail & Commercial Banking Officer di BPER Banca, ha affermato: “Questo accordo fa seguito a un’intesa, firmata a inizio mese con il Commissario Castelli, che ha riguardato tutta l’area centrale dell’Italia. Abbiamo dimostrato e stiamo dimostrando grande attenzione per i territori, grande vicinanza e la messa in campo di un sostegno concreto per le imprese che, grazie al plafond stanziato, potranno dare un contributo importante alla riqualificazione edilizia”.





“Con questo protocollo”, ha continuato Giuseppe Marco Litta, responsabile della Direzione Centro Est di BPER Banca, “BPER Banca interviene in Abruzzo, come primo Istituto di credito nelle aree colpite dal sisma del 2009 con un’operazione che consentirà di far ripartire il mercato edilizio e di rimettere in moto i lavori del 110% dando garanzie alle imprese, ai lavoratori e alle famiglie, nell’ottica del completamento della fase di ricostruzione post-terremoto”.

Pierluigi Biondi, sindaco dell’Aquila: “Un risultato importante per la città e per tutto il territorio colpito dal sisma del 2009, le imprese edili e tutti i professionisti impegnati nella ricostruzione. I 100 milioni di plafond da destinare agli interventi legati al Superbonus edilizio, ordinario e rafforzato, nelle aree del cratere sismico del terremoto del 6 aprile 2009, messi a disposizione da BPER Banca, consentono di dare un respiro ulteriore al processo di ricostruzione sbloccando una situazione difficile per il settore edilizio e per i cittadini. Grazie a BPER Banca per la proficua e lunga interlocuzione, istituto bancario profondamente radicato nel tessuto socio-economico della nostra provincia e che ha dimostrato concretamente di averne a cuore il percorso di sviluppo e rigenerazione in atto. Rivolgo un doveroso ringraziamento al consigliere comunale con delega alle Attività in favore del sostegno alle imprese del cratere sismico 2009, Livio Vittorini, per l’impegno e l’attenzione dedicate, a tutta la dirigenza del gruppo bancario, in particolare al responsabile della direzione territoriale centro est di Bper Banca, Giuseppe Marco Litta, che ha colto sin dal principio la valenza di questa operazione”.

Gianni Frattale, presidente Ance provincia dell’Aquila: “Senza la riapertura di credito delle banche si vanifica la proroga al 2025 del Superbonus 110% nel cratere concessa dal Governo. Va dato merito a BPER Banca di aver tenuto fede al proposito di restare banca del territorio: il plafond messo a disposizione è un segnale molto positivo di fiducia nelle imprese e, soprattutto, un investimento sullo sviluppo del tessuto imprenditoriale locale. Ci auguriamo che possa essere da stimolo per altri istituti di credito a fare altrettanto. È in azioni come queste che si distingue la reale vocazione economico sociale di una banca. Ringrazio per questo il Direttore, Giuseppe Marco Litta, il Sindaco Biondi e il consigliere Vittorini che hanno curato con successo questa trattativa”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©


    [mqf-realated-posts]

    Ti potrebbe interessare:

    ARTICOLI PIÙ VISTI: