SISMA 2009: COLLABORATORI ABRUZZO ENGINEERING NON PAGATI DA QUATTRO MESI, CRESCONO LE PROTESTE

10 Giugno 2021 11:08

L’AQUILA – Consulenti e collaboratori esterni a partita Iva che quattro mesi senza ricevono ol compenso per le loro prestazioni professionali.

Cresce il nervosismo intorno ad Abruzzo Engineering, società in house della Regione Abruzzo, che svolge attività fondamentali soprattutto nell’ambito della ricostruzione post-sisma, e a cui è stata da pèoco rinnovata la convenzione per esaminare le pratiche del bando Fare centro, che sconta ancora ritardi, come evidenziato da Abruzzoweb.

A denunciare il caso il il consigliere regionale Giorgio Fedele, del Movimento 5 stelle, che ha chiesto una convocazione d’urgenza della commissione Vigilanza e Controllo. Oggi interviene anche il Partito democratico, con una nota di Lisa Vadini e Daniele Marinelli, responsabili rispettivamente Lavoro ed Economia del  partito.

“Non è accettabile che i professionisti che prestano servizio a collaborazione esterna con Abruzzo Engineering, società in house della Regione, siano ancora una volta a distanza di pochi mesi vittime di un gravissimo ritardo nei pagamenti – si legge nella nota – si tratta in larga parte di professionisti che prestano servizio nell’ambito della ricostruzione dell’Aquila e dei Comuni del cratere, e negli altri casi sono supporto fondamentale per molti uffici della Regione Abruzzo. Il Pd sostiene le iniziative di approfondimento che si stanno conducendo in Consiglio regionale, e invita il Presidente della Regione Marco Marsilio a prendere in carico la questione. La filiera tra Marsilio e il sindaco dell’Aquila è stata tante volte rivendicata, ed è persino paradossale che la Regione non riesca a garantire il pagamento di chi svolge un’attività così fondamentale per la rinascita del capoluogo e per le attività della Regione”.

 

 

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: