SISMA 2009: COMUNE L’AQUILA DEVE RESTITUIRE 100MILA EURO A CONDOMINIO TORRETTA

IMPRESA ROSCINI CONDANNATA PER RITARDO DEI LAVORI, TRIBUNALE ANNULLA MULTA COMUNALE AD ASSEMBLEA CONDOMINIALE ALLA QUALE LA DITTA UMBRA È CHIAMATA A RISARCIRE 66MILA EURO.

16 Gennaio 2021 07:48

L’AQUILA – Il Tribunale dell’Aquila ha annullato una multa applicata dal Comune dell’Aquila a un condominio situato nel quartiere della Torretta che era stata elevata a causa di un ritardo riguardante i tempi di ricostruzione che sarebbero stati sforati.

In seguito alla sentenza, l’Amministrazione comunale deve restituire quasi centomila euro, con gli interessi, che erano stati sottratti al contributo per la ricostruzione degli immobili danneggiati dal terremoto del 2009. Il Tribunale ha inoltre condannato l’impresa edile umbra Roscini Impianti Tecnologici, che si era aggiudicata la commessa di ricostruzione privata, a corrispondere al Condominio, a titolo di risarcimento, 66mila euro e gli interessi legali.




I giudici hanno accolto la tesi per cui il contributo complessivo concesso dal Comune era stato erogato nel 2010 e pertanto a quella erogazione non si applicavano le penali stabilite da un successivo Dpcm in relazione all’appaltatore. Il Tribunale ha riconosciuto che la causa dei ritardi fosse ascrivibile alla ditta edile che era stata oggetto anche di sollecitazioni non andate a buon fine da parte della direzione dei lavori.

Il Condominio è stato ristrutturato da anni con i proprietari che sono tornati regolarmente ad abitarlo. Il ricorso è stato presentato dall’amministratore di condominio Roberto Valeri, poi revocato dall’assemblea, e curato dall’avvocato Ubaldo Lopardi, del foro dell’Aquila. Comune dell’Aquila ed impresa edile hanno presentato ricorso in appello.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©



ARTICOLI PER APPROFONDIRE:


    Ti potrebbe interessare:

    Gli articoli più letti in queste ore:

    Do NOT follow this link or you will be banned from the site!