SISMA 2016: 250MILA EURO PER IMPRESE TERAMO, QUARESIMALE, ”BOCCATA D’OSSIGENO”

17 Ottobre 2019 19:57

TERAMO – L’Ufficio di presidenza del Consiglio regionale ha stanziato un finanziamento di 250mila euro in favore delle piccole imprese del cratere dei terremoti del 2016 e 2017 che hanno colpito la provincia di Teramo.

Si tratta di un rifinanziamento di una legge che, secondo il capogruppo della Lega, Pietro Quaresimale, “rappresenta una vera  boccata di ossigeno per i comuni teramani colpiti dal sisma e in  generale per i territori del cratere”.

“Appena insediato tra le mie priorità vi è stata quella di rifinanziare la legge 49/2017 meglio conosciuta come legge per le piccole imprese del sisma – ha continuato Quaresimale -. Da tempo avevo segnalato al presidente Sospiri la volontà della Lega di rifinanziare la legge e lo ringrazio per aver provveduto in tal senso. Oggi infatti grazie all’Ufficio di Presidenza sono stati deliberati ulteriori fondi, pari a 250 mila euro, che serviranno a finanziare la terza graduatoria della legge sopra citata, rimasta priva di copertura”.






“Altre risorse – ha annunciato Quaresimale – potrebbero essere concesse nel nuovo anno grazie ai risparmi e alle economie di bilancio del Consiglio regionale. Mi preme ricordare – ha continuato l’esponente salviniano – che grazie a questi fondi saranno sostenute le piccole attività commerciali e artigianali ovvero il vero tessuto produttivo del nostro sistema territoriale. Stiamo parlando di ambulanti, bar, farmacie, fornai, centri estetici, gommisti, tutti con meno di cinque dipendenti”.

“Sono quelle categorie che hanno sofferto di più la crisi ed il sisma, e sono le categorie che la Lega da sempre ritiene vadano tutelate. Per queste ragioni mi impegnerò affinchè anche i restanti idonei in graduatoria ricevano nel nuovo anno il necessario contributo finalizzato al rimborso dei costi di gestione, oppure al finanziamento delle spese di investimento per l'acquisto di macchinari e attrezzature.” 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore:

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!