SISMA 2016: LEGNINI, “RINCARI MATERIE PRIME E BONUS 110% UNICI OSTACOLI A RICOSTRUZIONE”

11 Ottobre 2022 08:34

Italia - Terremoto e Ricostruzione

CAMERINO – “Arrivati a questo punto gli unici ostacoli alla ricostruzione post sisma possono arrivare dal mercato, dal rincaro dei prezzi, dal superbonus 110% che ha attratto professionisti e imprese”: lo ha detto il commissario straordinario alla ricostruzione, Giovanni Legnini.

“Oggi per tenere il passo della ricostruzione c’è bisogno dell’impegno delle ditte e dei professionisti, anche se so bene che sono indaffarati con altro, ma abbiamo necessità del loro supporto”, ha aggiunto.





“Le risorse ci sono e le procedure sono testate – ha sottolineato Legnini – ora occorrono progetti e aprire i cantieri”.

Ieri la Bei-Banca europea per gli investimenti ha presentato a Camerino, un nuovo finanziamento da 750 milioni di euro,  firmando con Legnini un accordo per garantire il monitoraggio e la rendicontazione dei progetti sostenuti, con particolare riguardo alla sostenibilità ambientale.





Le risorse saranno destinate alla ricostruzione e al ripristino di edifici privati a uso residenziale e produttivo danneggiati dai terremoti del 2016 e 2017 nei territori di Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria. Salgono così a 2,75 miliardi i prestiti della Banca europea veicolati attraverso la Cassa depositi e prestiti per sostenere famiglie, imprese e infrastrutture pubbliche a cui è stato riservato 1 miliardo, messo a disposizione del ministero dell’economia e delle finanze.

Il protocollo inoltre permetterà alle risorse messe a disposizione di “essere utilizzate rapidamente a sostegno della ricostruzione privata, contribuendo a migliorare significativamente l’efficienza energetica e la sicurezza sismica dei nuovi edifici, elementi indispensabili per una crescita equilibrata e sostenibile nelle aree interessate”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©


    Ti potrebbe interessare: