SISMA CENTRO ITALIA, LEGNINI: QUOTA POSSIBILE SUBAPPALTO SALE AL 50 PER CENTO

6 Agosto 2021 18:26

Italia: Terremoto e Ricostruzione

ANCONA – L”ordinanza imprese’ della struttura commissariale post sisma 2016 guidata da Giovanni Legnini prevede numerose misure per semplificare e rendere più agevole l’attività dei soggetti coinvolti nella ricostruzione, che sta acquistando ritmi importanti, e sopperire ad alcune carenze di mercato, come la stessa disponibilità delle imprese edili sul territorio: semplifica e accelera i pagamenti erogati dalle banche sulla base degli stati di avanzamento delle opere, prevede un aumento dal 40 al 50% della quota lavori che possono essere dati in subappalto e rende meno stringenti i requisiti che le stesse imprese devono avere per eseguire un certo tipo di lavori.

Sempre per venire incontro ai cittadini e ai tecnici, si prevede che l’impresa esecutrice degli interventi possa essere indicata fino a due mesi dopo la concessione del contributo. Si stabiliscono inoltre nuovi criteri, più certi, per il rimborso dei danni prodotti dal sisma ai beni strumentali delle imprese, come impianti e arredi.

Viene poi sospeso, in attesa di un riordino normativo della materia, l’obbligo di contestuale demolizione delle strutture temporanee dove sono state delocalizzate le imprese nel momento del ripristino della struttura originaria. Si amplia, infine, la possibilità di usare i fondi Inail per la sicurezza sui luoghi di lavoro.

Commenti da Facebook
RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: