SPOLTORE: REMO RAPINO PRESENTA “CRONACHE DALLE TERRE DI SCARCIAFRATTA”

27 Giugno 2022 17:36

Pescara - Cultura

SPOLTORE  – Dopo l’indimenticabile “Vita, morte e miracoli di Bonfiglio Liborio” (ed. Minimum Fax), che gli è valso il Premio Campiello 2020, lo scrittore lancianese Remo Rapino racconta il suo nuovo libro, “Cronache dalle terre di Scarciafratta”.

La presentazione venerdì primo luglio, alle 18,30, in Piazza D’Albenzio a Spoltore (Pescara). Ad organizzare l’iniziativa la Pro loco, con il patrocinio del Comune di Spoltore, e a dialogare con l’autore ci sarà Fabrizio Zuccarini.

Lo scrittore racconta un altro commovente personaggio, Mengo, “un’anima a parte”, una voce che vive ai margini e che di nuovo torna a “ridare voce a quelli sommersi dalla morte” sotto il cielo di un dimenticato paese dell’Appennino abruzzese ferito dal terremoto.

“Anche questa volta Rapino riesce a far rivivere luoghi e personaggi in un romanzo corale che promette di lasciare un segno profondo in chi legge perché ci farà sentire più vicina quella umanità emarginata ed eccentrica che abbiamo paura di accogliere”, si legge in una nota.

L’evento si terrà all’interno del Festival dei 5/4, il cui nome vuol rendere omaggio a quelli che nel 1600 erano i cinque quartieri di Spoltore, e che ha preso vita lo scorso anno con l’intento di promuovere sul territorio eventi culturali, musicali e letterari. Il Festival a settembre ospiterà un altro imperdibile appuntamento letterario con la scrittrice Maristella Lippolis.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: