STATI GENERALI ECONOMIA, D’AMARIO: “1,1 MILIARDI DI FONDI EUROPEI DA PROGRAMMARE”

23 Settembre 2021 20:25

Regione: Economia

PESCARA – “Gli Stati generali dell’economia cadono in un momento cruciale per la nostra regione, nel momento in cui ci accingiamo a scrivere la programmazione 2021-2027 dei fondi europei, che per l’Abruzzo rappresentano una dotazione economica importante, che mai ha avuto prima, 1,1 miliardi spalmati in sette anni. Occorre dunque un momento di confronto con tutto il mondo delle imprese, per stabilire l’ottimale allocazione di queste risorse”.

Lo afferma l’assessore regionale Daniele D’Amario, con deleghe ad Attività produttive, Turismo, Beni e attività culturali e Spettacolo, alla vigilia dell’“Abruzzo Economy Summit”, la conferenza regionale sui temi dell’economia, della crescita e dello sviluppo, che avrà luogo venerdì 24 e sabato 25 settembre all’Aurum di Pescara. Un evento organizzato dalla società di comunicazione Mirus, in collaborazione con la Regione Abruzzo e Confindustria Chieti Pescara, con il ruolo di media partner affidato al quotidiano Il Sole 24 Ore.

D’Amario nella due giorni porrà all’attenzione anche sulla importante leva rappresentata dal turismo e dalla cultura per l’intera economia regionale

“Abbiamo dati ancora ufficiosi – anticipa D’Amario -, che per il turismo abruzzese attestano una importante crescita. Turismo italiano, di prossimità, come nelle altre regioni,  con qualche punto sopra la media nazionale per quanto riguarda il turismo marino, mentre nella media è quello delle aree interne. Ora la sfida sarà di consolidare questa ottima performance e recuperare e riportare sul territorio i turisti stranieri le cui presenze sono state frenate dalla pandemia. Anche se va detto che noi ne abbiamo risentito meno delle grandi città d’arte come Roma e Venezia. Molto dipenderà anche dalla capacità di valorizzazione e promozione dei nostri beni artistici e culturali e a questo proposito nella prossima programmazione sarà prevista una dotazione finanziaria importante in questa direzione. Va evidenziato che le buone performance del turismo dimostrano che la nostra regione è evidentemente riuscita a coniugare la sua forte valenza ambientale, con la sua vocazione industriale e la presenza di grandi gruppi imprenditoriali”.

Tornando a porre l’accento sulla programmazione dei fondi europei, D’Amario evidenzia che “il primo decisivo passo è quello di individuare le misure che davvero interessano alle imprese e ai potenziali beneficiari, perché non dimentichiamoci che è previsto il cofinanziamento al 50%, e senza un oggettivo interesse e una valenza strategica non si potrà centrare l’obiettivo di spendere le risorse presto e bene. Molte importanti indicazioni le aspettiamo proprio in occasione degli stati generali”

Tra gli ospiti della due giorni il ministro dello Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, in modalità online,  e parteciperanno il presidente della Regione, Marco Marsilio, lo stesso assessore D’Amario, il presidente della commissione di Vigilanza sulla Cassa depositi e prestiti, Sestino Giacomoni, parlamentare di Forza Italia, il vice presidente della Banca d’Italia, Piero Cipollone, l’ad del Medicocredito Centrale, Bernardo Mattarella, il presidente di Fidimprese Italia, Giancarlo Abete, l’ad e Dg di Rete ferroviarie italiane (Rfi), Vera Fiorani, il presidente di Banca del Fucino, Mauro Masi, l’economista, storico ed accademico Giulio Sapelli, l’economista Alberto Bagnai, senatore della Lega.

Tra i giornalisti il direttore de Il Sole 24 Ore, Fabio Tamburini e il conduttore di “Non è l’Arena” su La7, Massimo Giletti. Tra i protagonisti nazionali gli abruzzesi Gabriele Gravina, presidente della FIGC, Giovanni Legnini, commissario per la ricostruzione del terremoto del Centro Italia, ex vice presidente del Consiglio Superiore della magistratura ed ex parlamentare e sottosegretario.

Parterre importante anche tra gli imprenditori, tra cui alcuni protagonisti abruzzesi: Riccardo Toto, direttore generale Renexia Spa, Luca Tosto, ad “Walter Tosto” Spa, Francesco Berti, ad Amadori, Domenico Greco, presidente e ad Gruppo Cig Chimica Bussi.

I lavori degli Stati generali si svolgeranno attraverso focus tematici e dibattiti dedicati ai vari settori: credito, agricoltura, turismo, commercio, infrastrutture e altri ancora. Saranno presentate case history di successo, proposti modelli di sviluppo nell’ambito di un fitto scambio di esperienze.

.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: