“STOP AL CARO VITA, NON SPEGNETE IL NOSTRO FUTURO”: PRESIDIO DAVANTI ALLA PREFETTURA DI CHIETI

15 Novembre 2022 16:12

Chieti - Cronaca

CHIETI – “Occorre che le istituzioni a tutti i livelli adottino politiche significative sul fronte della riduzione dei costi e sul sostegno per i più deboli. Per questo giovedì 17 novembre saremo in presidio per rappresentare ancora una volta le nostre richieste e le nostre proposte dando voce anche alla nostra Provincia”.

Lo annunciano, con una nota, i segretari territoriali Cgil Francesco Spina, Cisl Beniamino Primavera, Uil Antonio Cardo promuovendo un presidio davanti alla Prefettura di Chieti, giovedì 17 novembre, dalle 11.

“La fase storica che stiamo attraversando presenta enormi difficoltà, specie per i pensionati, i lavoratori dipendenti, i giovani, i precari, le donne e le persone fragili – spiegano – L’aumento sconsiderato dei beni di prima necessità unito ad altrettanto aumento dei beni energetici come petrolio e gas, stanno avendo effetti devastanti sule famiglie e sul lavoro”.

“In Italia sono oltre 6 milioni i poveri assoluti, solo nell’ultimo anno si è registrato un aumento di un milione di poveri in più. Anche nella nostra Provincia l’effetto della crisi sta assumendo contorni preoccupanti”, sottolineano.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©

    Ti potrebbe interessare: