SUPER GREEN PASS AL BAR, AL RISTORANTE E NEI NEGOZI: IL VADEMECUM DELLA FIPE L’AQUILA

7 Dicembre 2021 09:59

L'Aquila: Sanità

L’AQUILA – “Anche in provincia dell’Aquila sono partiti i controlli a tutte le attività commerciali, c’è bisogno in questo momento di grande senso di responsabilità. I controlli sono relativi all’assunzione del personale, al possesso della certificazione verde da parte del personale, e di tutte le persone presenti nel locale, e poi relativamente al foglio di igienizzazione giornaliero, che va allegato ad haccp”.

Così Daniele Stratta, presidente provinciale Fipe- Confcommercio dell’Aquila, all’indomani dell’entrata in vigore delle nuove regole dettate dal Governo al fine di arginare i contagi da Covid-19: sarà quindi essenziale da questo momento la distinzione tra “green pass rafforzato” (denominato anche “super green pass”) e “green pass base” .

Il primo si ottiene solo con la vaccinazione o con la guarigione dal Covid-19, mentre il secondo viene dato anche con l’esito negativo di un tampone, che può essere molecolare (validità 72 ore) e antigenico rapido (validità 48 ore).

La Fipe Confcommercio L’aquila ha dunque diramato  il vademecum su cosa si può e non si può fare al bar, nei ristoranti, nelle attività commerciali, negli alberghi, nelle sale da ballo.

Va evidenziato, ad esempio, che nell’Abruzzo zona bianca, anche chi non ha il super green pass, può consumare al bancone di un bar, e anche al tavolo all’aperto, come pure in un ristorante. Non può però sedersi e consumare al tavolo all’interno del locale.

IL VADEMECUM

blank

 

blank

 

 

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: