SUPER GREEN PASS: UN MILIONE DI ABRUZZESI CON CERTIFICATO, 60 ACCERTATORI PER CONTROLLI TRASPORTI

6 Dicembre 2021 16:02

Regione: Cronaca

LANCIANO – Sono circa un milione, tra vaccinati e guariti dal Covid-19, gli abruzzesi in possesso di Green Pass “rafforzato”. Oltre 150mila, invece, coloro che, non essendosi sottoposti a vaccinazione, potranno avere solo il Green Pass “base” attraverso l’esecuzione di un tampone.

Per quanto riguarda le vaccinazioni, in Abruzzo, su una platea di over 12 composta da 1.188.922 persone, ha completato il ciclo vaccinale l’83,7% degli utenti, pari a poco meno di un milione di cittadini. Venticinquemila, invece, quelli in attesa di seconda dose. A questi si aggiungono le persone guarite dal Covid-19 negli ultimi cinque mesi, che sono circa 15mila. Senza neppura una dose di vaccino, invece, 165mila persone (dato da cui vanno scorporati coloro che sono esenti dalla vaccinazione).

Tutti i non vaccinati che negli ultimi mesi, per avere il Green pass, si sono sottoposti a tampone – solo nell’ultima settimana sono stati eseguiti 76mila test rapidi, per una media di quasi 11mila al giorno – a partire da oggi avranno soltanto la certificazione verde “base” e non potranno più accedere ad una serie di attività, tra cui ristoranti, teatri e cinema.

“Sui nostri treni i controlli vengono effettuati, in salita, alla stazione di partenza, quindi quasi tutti a Lanciano (Chieti).  E poi, a campione, durante il viaggio, da una ventina di accertatori verdi. Sui convogli Rfi, invece, controlli a campione”.

Così dall’azienda regionale abruzzese di trasporto Tua nel primo giorno di applicazione del super green pass.

“Sui treni Rfi – viene spiegato all’Adnkronos – in caso di problemi, il capotreno chiama un numero dedicato, collegato alla Polfer, il 1600. Se un viaggiatore non è in regola, viene invitato a non salire o a scendere alla prima fermata utile. Tutto rispettando gli orari delle corse, perché non si possono bloccare stazioni e traffico ferroviario”.

Per quanto riguarda gli autobus la situazione è più complessa, con 900 pullman in viaggio e 4.300 corse giornaliere.

“Controlli a bordo e a terra – viene spiegato – ma sempre a campione: siamo aiutati, in questo, anche da una ditta esterna. In campo circa 40 accertatori”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: