TAGLIACOZZO, NEL CHIOSTRO DI SAN FRANCESCO IL CONCERTO EVENTO ”PAGANINI IN SWING”

9 Agosto 2020 16:22

TAGLIACOZZO – Dopo il grande successo nei Cantieri dell’Immaginario, Ettore Pellegrino e Roberto Molinelli propongono il concerto evento “Paganini in swing” a Tagliacozzo Festival nella notte del 10 Agosto.

Lunedì 10 Agosto ore 21.15 il Chiostro di San Francesco accoglierà infatti uno spettacolo ormai celebre in tutta italia.

“Paganini in swing. Il titolo che abbiamo scelto per questa produzione – die Roberto Molinelli – racchiude già l’idea che ha animato tutto il progetto realizzato a partire da alcuni dei celeberrimi Capricci di Niccolò Paganini, interpretati dal violinista Ettore Pellegrino, che ne proporrà una versione da me orchestrata. Il fascino del concerto risiede nel “dialogo” fra l’esecuzione classica dei Capricci e l’esecuzione di ogni Capriccio in versione “swingata” nella quale sarà dato ampio e libero spazio all’improvvisazione legata ai ritmi latinoamericani che sarà affidata allo splendido Trio Nosso Brasil, formazione jazz specializzata nella musica brasiliana e sudamericana. L’orchestrazione tende a ricercare qualcosa che non sia assolutamente riconducibile a degli schemi armonici tipici dell’epoca di composizione. Al contrario, in molti Capricci, ho cercato armonie completamente diverse dalle originali ripensando queste composizioni e spostandole in altri ambiti sonori e musicali. Mi sono lasciato guidare dalla ricerca della “variazione” che mi ha portato a sperimentare generi diversi, ricorrendo anche all’utilizzo di strumenti piuttosto rari nelle sale da concerto, come il pandeiro, uno strumento a percussione che sicuramente catturerà l’attenzione del pubblico.

Ho scritto tutte le variazioni jazz partendo da ritmi brasiliani e sudamericani. Affianco ai ritmi tipici brasiliani del Samba, della Bossa, del Choro, dell’Afoxè e della Marcha Rancho – una sorta di marcia tipica con sincopati riconducibili al Brasile – non manca un tango, tipicamente argentino, ma pur sempre sudamericano.

Il programma prevede in apertura e chiusura due Suites per violino, jazz trio e orchestra, ciascuna delle quali composta da diversi Capricci proposti nella versione “classica” e in quella “swingata” secondo le modalità sopra descritte. Completa il programma, nella parte centrale, Swingin' 24 per jazz trio e orchestra che rielabora il Capriccio n. 24”

“Sono davvero felice – dice Jacopo Sipari – di avere finalmente Ettore Pellegrino come solista al Festival. E’ un grande regalo per noi tutti che arricchisce di un’ulteriore stella luminosa il nostro cielo. Di Roberto Molinelli penso solo una parola sia sufficiente: genio. Una coppia dunque di assoluto livello artistico che non poteva mancare in questa produzione insieme alla Orchestra Sinfonica Abruzzese”.

Ettore Pellegrino è un violinista dalla carriera internazionale, svolge intensa attività concertistica in formazioni cameristiche e con istituzioni liriche e sinfoniche, sia come spalla che come solista, esibendosi in Italia ed all’estero.

Dal marzo 2010 è membro ufficiale del prestigioso complesso da camera “I Musici”. Dal 2011 al 2015 e ancora dal 2018 ad oggi ricopre la carica di Direttore artistico dell’Istituzione Sinfonica Abruzzese; dal 2012 ricopre lo stesso incarico per il Teatro Marrucino di Chieti.

Ha iniziato a studiare violino all’età di quattro anni sotto la guida del padre. Si è diplomato nel 1989 con il massimo dei voti e lode presso il Conservatorio di musica di Frosinone. Si è perfezionato con interpreti di fama internazionale quali: G. Carmignola, F. Ayo, F. Gulli, P. Vernikov e I. Grubert.

Dal 2000 al 2014 è stato spalla stabile presso l’Orchestra Sinfonica Abruzzese e collabora, sempre con il ruolo di prima parte, con l’Orchestra del Teatro alla Scala di Milano e con l’omonima Orchestra Filarmonica sotto la guida di grandi interpreti quali D. Harding, R. Ticciati, G. Pretre, M. Chung, D. Barenboim, D. Gatti, D. Renzetti, R. De Burgos. Con il ruolo di spalla ha collaborato, inoltre, con l’Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari e l’Orchestra Regionale delle Marche.

È membro del Tosti Ensemble.  Ha eseguito e inciso, in qualità di solista, diverse colonne sonore composte dal M° Ennio Morricone, sotto la direzione del quale si è esibito in alcuni dei più importanti teatri europei. Sempre come solista ha eseguito le colonne sonore composte da Luis Bacalov, Nicola Piovani, Germano Mazzocchetti, Franco Piersanti, Paolo Bonvino, Geoff Westley ed altri autori contemporanei. Ha effettuato incisioni discografiche per Tactus, Naxos, Dynamic, Bongiovanni ed Egea.





Dal 2010 al 2014 è stato  docente presso l’Istituto musicale pareggiato “G. Braga” di Teramo. Dal 2014 al 2018 è stato docente presso il conservatorio “U. Giordano” sede distaccata di Rodi Garganico. Dal gennaio 2019 si è trasferito presso il Conservatorio “G. Braga” di Teramo.

Suona un violino Goffredo Cappa del 1683 ex Michael Rabin.

Roberto Molinelli è un artista eclettico, polistrumentista, direttore d'orchestra, compositore e arrangiatore.

Sue registrazioni discografiche hanno ottenuto il premio di “CD del mese” tra tutte le  recensioni della rivista “CD Classica”, leader del settore, e ottime recensioni su periodici italiani ed esteri, tra cui “Piano Time” (Italia), “Diapason” (Francia), “Fanfare” (U.S.A.). RAI International ha recentemente dedicato alle sue opere e alle sue incisioni un’intera trasmissione condotta da Valentina Lo Surdo. E’ stato Presidente della Giuria del 35° Concorso Internazionale di Violino “Premio Rodolfo Lipizer” di Gorizia, tenutosi nel settembre 2016.

.Collabora con artisti italiani e stranieri, tra i quali Josè Carreras, Andrea Bocelli, Celine Byrne, Gaston Rivero, Erwin Schrott, Eddie Daniels, Gustav Kuhn, Cecilia Gasdia, Giovanni Sollima, Andrea Griminelli, Valeria Moriconi, Federico Mondelci, Enrico Dindo, Domenico Nordio, Sara Brightman.

Molte sue première sono state eseguite da alcune delle più importanti orchestre sinfoniche internazionali in sedi illustri: Carnegie Hall di New York, Orchestra Filarmonica della Scala, Moscow Chamber Orchestra, Teatro Comunale di Bologna, Teatro Pavarotti di Modena, Teatro Hermitage di San Pietroburgo, Teatro de Las Bellas Artes di Città del Messico, Auditorium RadioTV Slovenia, The Presidential Symphony Orchestra Concert Hall di Ankara.

Ha intrapreso collaborazioni anche con famosi artisti della popular music come Tony Hadley, Belinda Davids, Antonella Ruggiero, Lucio Dalla, Enrico Ruggeri, Alexia, Mario Lavezzi, Giò Di Tonno, e ha composto musiche per Cinema e TV.

Una sua composizione originale è stata scelta come colonna sonora della campagna pubblicitaria Barilla, in onda ininterrottamente dal 1999 al 2006, in TV, Radio, Sale cinematografiche, in Italia e all’estero.

Ha arrangiato per orchestra per Andrea Bocelli alcuni dei suoi più importanti successi internazionali, come Con te partirò, Romanza e Canto della Terra, attualmente eseguiti in tutto il mondo.

Ha arrangiato e diretto l’Orchestra RAI del Festival Di Sanremo nelle edizioni 2005 e 2009, ottenendo il primo posto nella votazione della Giuria di Qualità del Festival per il miglior arrangiamento di una delle canzoni in gara: “Biancaneve” (Mogol/Lavezzi).

E’ stato membro e Presidente della Giuria di SanremoLab – Accademia della Canzone di Sanremo per tre anni consecutivi.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare:


Gli articoli più letti in queste ore:

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!