TAGLIO PARCO SIRENTE: IMPRUDENTE, “RILANCIAMO AREA PROTETTA, NORMA IN LINEA TRANSIZIONE GREEN”

18 Maggio 2021 23:17

L’AQUILA – “Con questa norma coniughiamo i valori della conservazione, con quelli di una visione in positivo, per dare progettualità e sviluppo ai territori. Una norma in linea con la transizione ecologica e green. Questo Parco non ha mai funzionato, è rimasto in un limbo, ora tutti i sindaci vogliono un nuovo protagonismo. La riperimetrazione nasce da una esigenza espressa dallo stesso territorio. Abbiamo ascoltato tutti, anche le associazioni ambientaliste e accoglieremo alcune delle loro proposte”.

Lo ha detto il vice presidente della Regione, Emanuele Imprudente, della Lega, primo firmatario della legge approvata oggi in consiglio regionale che taglia il territorio del parco Regionale Sirente-Velino di circa 10mila ettari e che prevede una nuova governance dell’ente, commissariato da anni.

“Crediamo nel rilancio di questo Parco, ripartiremo con una nuova governance – ha poi detto -, superando finalmente il commissariamento: essere nel Parco deve essere finalmente una opportunità e non una limitazione. Stiamo mettendo in campo progetti come la creazione della prima green community in Italia, stiamo partecipando due progetti europei Life, uno sull’orso e uno sulla flora, daremo risorse per l’emergenza covid ai comuni del Parco. Finanzieremo il recupero dei vecchi casolari dei pastori da adibire ad ostelli. Stiamo realizzando con 13o mila euro gli attraversamenti per la fauna selvatica, ci sono progetti per le bike e la sentieristica”.

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

    Ti potrebbe interessare: