TECNOCALL, PEZZOPANE: PRIORITA’ SALVARE POSTI LAVORO, RIUNIONE IN PREFETTURA

13 Agosto 2020 11:28

L'AQUILA – “Salvare i posti di lavoro alla Tecnocall, questa è la nostra missione. Ringrazio la dottoressa Ferraro, dirigente della Prefettura dell’Aquila, per l’utile confronto organizzato stamattina e sollecitato dalle organizzazioni sindacali. Intorno al tavolo anche Mauro Accrogliano e Giovanni Airoldi di Acea e Francesco Ranalletta di Tecnocall. Tutti si sono mostrati disponibili per trovare le giuste soluzioni affinché nessun posto di lavoro vada perduto, verificando la disponibilità di Acea a trovare ulteriori attività per aumentare le commesse e recuperare anche il calo causato dal Covid. Ora Acea e Tecnocall attiveranno un tavolo tecnico per analizzare e verificare la possibilità di ulteriori volumi di lavoro per dare soddisfazione a tutti i lavoratori”.

Così Stefania Pezzopane, della Presidenza del Gruppo Pd alla Camera, a margine dell’incontro ancora in corso alla Prefettura dell’Aquila sulla vertenza Tecnocall.





“Al momento – aggiunge Stefania Pezzopane – con gli attuali volumi di lavoro ci sarebbero 20/26 lavoratori in esubero. Ma ogni licenziamento va assolutamente evitato cercando ulteriori possibilità. Ho riscontrato la disponibilità a ragionare sul sito aquilano sia da parte di Acea che dell’impresa. Il monitoraggio da parte della Prefettura sarà costante. Ho dato la mia disponibilità a tutti per trovare idonee soluzioni a salvaguardia dei posti di lavoro. Avevo in questi giorni contattato l’amministratore delegato di Acea, Dott. Gola, per condividere un percorso utile alla nostra comunità. Nei prossimi giorni, a stretto contatto con le organizzazioni sindacali, farò ulteriori passaggi. Il settore call e contact center occupa numerosi addetti in questo territorio e ci siamo sempre adoperati con risultati concreti per salvaguardare i livelli occupazionali. Anche in questo caso – conclude la deputata dem – porterò il mio contributo”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare:


Gli articoli più letti in queste ore:

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!