TENTO’ DI STRANGOLARE LA SUA EX FIDANZATA: 32ENNE DI CASTEL DI SANGRO PATTEGGIA 2 ANNI IN APPELLO

23 Settembre 2023 12:33

L'Aquila - Cronaca

CASTEL DI SANGRO –  Aveva tentato di strangolare la sua ex, costringendola a ricorrere alle cure mediche del pronto soccorso. Per le botte e gli atti persecutori nei confronti della donna che lo aveva lasciato, un 32enne di Castel di Sangro (L’Aquila) ha patteggiato la pena di due anni di reclusione davanti ai giudici della Corte d’Appello dell’Aquila.





La giovane, assistita in giudizio dagli avvocati Aldo e Gaetana Di Ianni, ha subito per quattro anni, dal 2013 al 2017, molestie, minacce e violenza, con continui pedinamenti e aggressioni fisiche e verbali. In un’occasione l’uomo tentò anche di strangolarla, cagionandole lesioni giudicate guaribili in venti giorni. La donna, per uscire e andare a lavoro, era stata spesso costretta a chiedere ad amici e conoscenti di farsi accompagnare. A curare le indagini sono stati i Carabinieri della compagnia di Castel di Sangro.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©






    Pubblicità Elettorale

    Pubblicità Elettorale

    Pubblicità Elettorale

    Pubblicità Elettorale

    Pubblicità Elettorale

    Pubblicità Elettorale

    Pubblicità Elettorale

    Pubblicità Elettorale





    Commenti da Facebook

    RIPRODUZIONE RISERVATA
    Download in PDF©


      Ti potrebbe interessare:

      ARTICOLI PIÙ VISTI:


      Abruzzo Web