TERAMO, CONCLUSI LABORATORI DEL PROGETTO “AL CENTRO DI TE” PER STIMOLARE AGGREGAZIONE SOCIALE

13 Settembre 2021 21:29

TERAMO – Colmare le distanze creando spazi di incontro e benessere, prevenendo il disagio e stimolando l’aggregazione sociale.

Questo l’obiettivo dei quattro laboratori del progetto “Al centro di Te” che si sono conclusi sabato pomeriggio, con una festa finale, a San Nicolò a Tordino, i quattro laboratori del progetto “Al centro di Te”. Il progetto è stato promosso dall’associazione “A Piccoli Passi” di Teramo con i fondi della “Progettazione Sociale Abruzzo”, il contributo della Fondazione Tercas e la partecipazione di alcune organizzazioni del terzo settore locali: l’associazione Psikè di Teramo, la Compagnia dei Merli Bianchi di Giulianova, il Centro Integral Yoga YAP di Teramo, il Circolo Domingo di San Nicolò (dove si è tenuto l’evento).

I laboratori, totalmente gratuiti, hanno coinvolto in totale una trentina di utenti del comune di Teramo.

“Sono molto contenta dell’entusiasmo e dell’energia che abbiamo toccato con mano in questo momento di festa – dichiara Gloria Di Rocco, psicologa psicoterapeuta e coordinatrice del progetto – Abbiamo creato possibilità di incontro, di ritrovo con gli altri e con loro stessi. Al centro di Te è un’iniziativa che ha voluto colmare le distanze e ha aumentato la capacità di lavorare in rete, un requisito che si mostra oggi più che mai necessario, sia fra noi associazioni sia con gli altri soggetti del territorio, pubblici e privati”.

“Ciò che è stato fatto in questi mesi – spiega Giulia Di Donato, psicologa, psicoterapeuta e presidente dell’associazione A Piccoli Passi, capofila del progetto – è creare un luogo in cui persone diverse, di età diverse e con impegni differenti si sono incontrate, hanno scoperto talenti e coltivato hobby, sperimentandosi. La creazione di legami e di relazioni, dopo un periodo difficile, è tra i risultati più belli che potevamo ottenere”.

Nel corso dell’evento, sono stati presentati i risultati del progetto.

Le partecipanti al laboratorio di teatro “Mi ricordo, sì io mi ricordo” (a cura de La “Compagnia dei Merli Bianchi”) hanno condotto i presenti “a dialogare” con i loro ricordi mentre i maestri di Yoga e Qui Gong, dell’associazione “YAP Integral Yoga Centre”, attraverso un lavoro fisico, respiratorio e mentale, hanno fatto sperimentare percorsi per il raggiungimento del benessere psico-fisico.

Le psicologhe e psicoterapeute delle associazioni “Psikè” e “A Piccoli Passi”, invece, attraverso “L’albero della vita”, hanno raccontato il loro laboratorio esperienziale nato per incontrarsi, ritrovarsi e condividere.

Sono stati infine esposti gli oggetti realizzati in seno al laboratorio “Con le mani…”, svolto da esperte professioniste. Una serie di corsi nei quali si è data nuova vita ad oggetti inutilizzati, stimolando la fantasia e la creatività, e si è imparato a lavorare la lana con tecniche innovative e divertenti.

Commenti da Facebook
RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: