TERREMOTO BALSORANO, VIADOTTI OK DOPO LE VERIFICHE DI STRADA DEI PARCHI

9 Novembre 2019 00:53

L’AQUILA – Controlli immediati, scattati già 10 minuti dopo la scossa principale, che fino ad ora hanno dato esito positivo. I viadotti dell’autostrada A25 nella zona dell’epicentro della violenta sequenza sismica che ha riguardato Balsorano e il Frusinate al momento non hanno subito danni.

Lo hanno accettato i controlli che sono stati attivati da Strada dei Parchi, la società del gruppo Toto che gestisce le tratte, in maniera tempestiva, in particolare dopo la scossa di magnitudo 4.4 Richter che si è verificata alle 18:35 di giovedì.

Controlli necessari anche alla luce dell’allarme sicurezza che ormai da mesi contraddistingue il dibattito sulle infrastrutture autostradali regionali. A questo proposito la società è in attesa che dall’Europa arrivi il via libera sul nuovo Pef, il piano economico e finanziario che dovrà riscrivere la gestione e che sviluppa un maxi investimento da 3,1 miliardi, di cui 2 soggetti a stanziamenti pubblici, che serviranno a mettere in sicurezza l’intero sistema autostradale abruzzese.

A questo proposito la prossima settimana è previsto un vertice tra Strada dei Parchi e nuovo ministro, la dem Paola de Micheli, proprio per capire quale sarà l’evoluzione procedurale dell’approvazione del piano.

Nel frattempo il terremoto di Balsorano ha riacceso i riflettori sulla necessità dei controlli e della messa in sicurezza in caso di eventi tellurici. Sono stati controllati attentamente cinque viadotti della zona, anche attraverso i tecnici di Infra engineering che hanno avviato l’ispezione visiva, in un primo momento, e poi quella più approfondita.

Le strutture controllate sono il viadotto Santa Iona e quello di Paterno, dove sono già stati impiantati sistemi che impediscono lo scalinamento degli impalcati autostradali in caso di terremoto. Gli altri sono quelli di Cerchio e di Collarmele, per i quali sono stati realizzati lavori di adeguamento sismico anche sulle pile e non solo sull’impianto di antiscalinamento. In ultimo il viadotto Ponte della Valle, nella zona di Pescina, che in queste settimane è soggetto ai lavori di rinforzo e di adeguamento sismico delle pile.

Rispetto alla scossa delle 18.35 i controlli sono scattati alle 18.50 con l’ausilio di tre squadre che sono uscite per esaminare le strutture. Le verifiche sono riprese poi all’alba del giorno successivo in modo più approfondito e infine nella serata di ieri. Al momento non ci sono criticità.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore: