TERREMOTO MARCHE: CREPE SUI MURI, GENITORI NON MANDANO FIGLI A SCUOLA

14 Novembre 2022 16:08

Italia - Terremoto e Ricostruzione

MONTEMARCIANO – Protesta all’ingresso del plesso scolastico di via Marotti a Montemarciano (Ancona).

Questa mattina alcuni genitori, preoccupati per le vistose crepe conseguenti alle scosse di terremoto degli ultimi giorni, si sono fermati sulla scalinata di accesso della scuola secondaria di primo grado “C. Falcinelli” senza far entrare i figli in classe.





Una protesta simbolica per chiedere sicurezza. Nell’edificio, risalente ai primi del ‘900, con le scosse sismiche si sono formate delle crepe visibili anche dalla strada facendo crescere la preoccupazione dei genitori per la stabilità dell’immobile, che ospita due scuole – medie ed elementari – per circa 200 ragazzi. Il Comune le aveva chiuse poi sospeso le lezioni per permettere le verifiche da parte dei tecnici comunali. Una ditta incaricata ha ha chiuso le fessure e il sindaco Damiano Bartozzi ha disposto la ripresa delle lezioni oggi per la secondaria di primo grado e mercoledì 16 novembre per la primaria.

Gli alunni non sono però entrati in classe nonostante le rassicurazioni.

Insorge il Movimento 5 Stelle: “San Giuliano non ha insegnato nulla?”.





Il Comune è al lavoro anche per trasferire studenti e uffici amministrativi in altre sedi, mentre ha affidato l’incarico per una indagine sulla vulnerabilità sismica dell’edificio.

 

Foto Corriere Adriatico

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©


    Ti potrebbe interessare: