TERREMOTO:PIAZZA CHIARINO E’ LA ”NUOVA SAN BIAGIO” TRA MOVIDA E I PRIMI NEGOZI

Autore dell'articolo: Marianna Galeota

5 Aprile 2015 09:33

L'AQUILA – Piazza Chiarino in centro storico all’Aquila riaccende le sue luci dopo il buio degli anni post sisma, si prepara a diventare la nuova piazza San Biagio della movida e a vivere anche di giorno con la riapertura di nuove attività commerciali.

A sei anni dal terremoto del 6 aprile 2009, la piazzetta su via Garibaldi dominata da palazzo Antinori torna infatti alla vita con numerose attività commerciali che stanno riprendo i battenti al piano terra del settecentesco edificio: una birreria e un cocktail bar già aperti e uno di prossima apertura, un negozio di prodotti tipici locali, un alimentari e un ristorante che inaugureranno a breve i nuovi locali.

“Ho aperto la nuova birreria lo scorso 22 dicembre, dopo aver chiuso in via dei Sali perché nel palazzo in cui ci trovavamo sono iniziati i lavori di ricostruzione – afferma Luca Marcotullio, proprietario dell’Anbra Anonima Brasseria Aquilana – Non ho voluto andare via dal centro e tentare questa nuova avventura in un palazzo già ristrutturato che mi consentirà di non spostare più l’attività”.

Piazza Chiarino di giorno è piena di operai a lavoro nei cantieri che di notte lasciano spazio ai giovani che vivono il centro storico il giovedì e il sabato sera.

“La piazzetta si presta bene all’attività – prosegue – Vengono a trovarci in molti e sono sicuro che con il tempo andrà ancora meglio e si tornerà alla normalità”.

Tra i progetti di Marcotullio, c’è anche quello di aprire anche un agri-pub in centro storico. “Un posto dove, oltre a bere birra, si possano mangiare piatti fatti con prodotti tipici locali”, aggiunge.

Come Marcotullio, anche un altro giovane imprenditore della movida ha scelto di collocare il suo secondo locale a Piazza Chiarino: Gianluca Spera, già proprietario della Caffetteria in Corso Vittorio Emanuele, fa il bis con il cocktail bar Bruno’s.

“Penso che non abbandonerò mai il centro – spiega – Ho fiducia in questa città e sono sicuro che ripartirà proprio dai giovani. Sono convinto che tra qualche anno, quando tutto sarà finito, ci sarà la corsa per tornare qui ”.





Ma piazza Chiarino vuole tornare a vivere anche di giorno e a rendere possibile tutto questo c’è la tenacia e il coraggio di commercianti che scelgono di ricominciare da capo, sfidando terremoto e distruzione.

“Prima del sisma avevamo il negozio proprio dove ci siamo ricollocati oggi – racconta Larysa Klyuchnyk, proprietaria  insieme al suo compagno del negozio di prodotti tipici e internazionali Tartufo Group – Poi ne abbiamo aperto uno a Pescara, ma abbiamo scelto comunque di tornare in questa piazzetta e di tentare di ripopolare piano piano il centro storico facendo la nostra parte”.

La Klyuchnyk ha voluto fortemente riaprire la sua attività, nonostante “la burocrazia lenta e costosa ci tagli le gambe – sottolinea – Abbiamo dovuto attendere molto per poter rientrare e nonostante questo siamo ancora in attesa del riallaccio delle utenze”.

“Qui non c’è ancora un passaggio quotidiano di persone: chi passa, lo fa per venire in negozio – conclude – La ricostruzione è poco omogenea. Non vedo un disegno preciso: si inizia da una parte e si prosegue da un’altra e così non si fa bene nulla”.

LO SPECIALE DI ABRUZZOWEB

I NUMERI DELLA VOGLIA DI TORNARE A VIVERE di Alberto Orsini
LE FRAZIONI ABBANDONATE, VIDEO E STORIE di Filippo Tronca
UNA COPPIA NATA IN TENDOPOLI, “6 ANNI DOPO CI SPOSIAMO” di Elisa Marulli

PIAZZA CHIARINO, “NUOVA SAN BIAGIO” TRA MOVIDA E NEGOZI di Marianna Galeota
LE INCHIESTE, 27 PROCESSI TRA RICOSTRUZIONE E INFILTRAZIONI di Alberto Orsini
LA PSICOTERAPEUTA, “A L'AQUILA SI VIVE BENE” di Elisa Marulli

IL TERREMOTO DEGLI ANIMALI, STORIA DI COCO' E POLLICINO di Marianna Galeota
QUEL FUMETTO SUL SISMA, “TRA DENUNCIA E SPERANZA” di Alberto Orsini

LA FIACCOLATA

SI SFILA PER LA MEMORIA E LA PROTESTA CONTRO LE ASSOLUZIONI

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare:


Gli articoli più letti in queste ore:

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!