TRAFORO A 60 KM ORARI: JUNIOR SILVERI, ”DIMEZZARE COSTO PEDAGGIO”

18 Maggio 2019 12:13

L'AQUILA – “Il tratto Assergi-Colledara, da 20 km, di cui 10 (di traforo) da percorrere a 60 km/h a una corsia, non dovrebbe costare 2,20 euro bensì la metà, 1,10, cifra direttamente proporzionata al vero tratto autostradale che si percorre, almeno per indennizzare gli stessi automobilisti e trasportatori”.

Lo afferma Roberto Junior Silveri, consigliere comunale dell'Aquila, che si dice “certo che un tale provvedimento sia anche un forte incentivo per gli attori principali a risolvere l’atavico problema in tempi rapidi e non biblici”.

“Tra i primati abruzzesi si può annoverare una delle autostrade più care d’Italia, l'A24/A25 – ricorda Junior Silveri – .Della tratta autostradale, inoltre, solo una parte è realmente percorribile come un'autostrada, visto che decine e decine di chilometri sono sottoposti a lavori continui, che obbligano a viaggiare come su una normale statale a una corsia. A questo primato dal 20 maggio fino a data da destinarsi dobbiamo aggiungere la chiusura di un tratto di 2 corsie per 'rischio di impatto ambientale'”.





“Per gentile concessione e sollecita collaborazione della società con il Ministero delle Infrastrutture, il traforo del Gran Sasso non chiuderà, ma sarà aperta una sola corsia per galleria, limitata a 60 km/h e con divieto di sorpasso, condizioni queste peggiori di una qualsiasi strada extraurbana gratuita con limite a 70 e possibilità di sorpasso”, aggiunge Junior Silveri.

“Per l'importanza di queste ragioni, ritengo che il Consiglio comunale debba farsi sentire dal Ministero delle Infrastrutture, con una seduta straordinaria (qualora il presidente sia d’accordo) fuori la sede del Mit (come già sollecitato in Conferenza dei capigruppo) cosi da discutere e approvare (qualora altri 15 colleghi siano favorevoli) l’istanza della riduzione del pedaggio, da trasmettere in tempo reale allo stesso ministro del popolo”, chiosa Junior Silveri.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore:

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!