TRASPORTI, “SANGRITANA PROTAGONISTA NUOVO SCENARIO”. MARSILIO: “ASSUNZIONI E CRESCITA REALE”

17 Dicembre 2021 14:16

LANCIANO –  “Stiamo lavorando affinché l’Abruzzo si consolidi come cerniera fra nord e sud e tra est e ovest. L’obiettivo è quello di offrire alle imprese un sistema di servizi e piattaforme logistiche, di attività e di infrastrutture che rendano competitiva la loro presenza sul territorio”.

È la strategia che il presidente della Giunta regionale, Marco Marsilio, ha delineato, questa mattina a Lanciano nella casa di conversazione, in occasione della presentazione delle attività di Sangritana e delle prospettive del mondo Cargo che vedono la società partecipata di Tua  protagonista del mercato già dal 2019.

Dopo i saluti iniziali del sindaco Filippo Paolini, si sono svolti gli interventi previsti, moderati da Fulvio Quattroccolo, consulente trasporto merci ferroviario e intermodale e responsabile del portale intermodale24-rail.net, di Alberto Amoroso, ceo Sangritana SpA., Sandro Imbastato, responsabile BU Cargo – Sangritana SpA, Vincenzina Colonna, responsabile Amministrazione e Risorse Umane – Sangritana SpA, Giancarlo Finizio, operations director Trigano SpA. Al convegno erano presenti anche l’assessore regionale al Territorio, Nicola Campitelli e il consigliere regionale Mauro Febbo. 

“Una eccellente crescita aziendale testimoniata dall’incremento di fatturato di oltre il 60% negli ultimi tre anni con una produzione chilometrica che, nel 2021, ha superato i 700mila chilometri. In più, una dotazione di personale più che raddoppiata e che vede Sangritana alla ricerca di ulteriori risorse umane attraverso la pubblicazione di due bandi di selezione per l’assunzione di 9 nuovi addetti qualificati ed altamente professionalizzati”.

“La chiave di volta – ha spiegato Marsilio – è investire risorse dove servono e dove possono diventare davvero vettore di sviluppo. Ecco perché le assunzioni di personale da parte di Sangritana – ha aggiunto – non sono fatte secondo una logica clientelare, da carrozzone, ma sulla base di una crescita di sviluppo reale testimoniata dai numeri”.

Marsilio ha poi ricordato l’esempio dei 62 milioni di euro di risorse messe a disposizione della Zes.

“Si tratta di fondi destinati a progetti già delineati e finanziati – ha spiegato – come la realizzazione della piattaforma logistica di Fossacesia per circa 24 milioni e mezzo di euro, i 10 milioni di euro per il potenziamento dell’Interporto di Manoppello Scalo e le restanti risorse a beneficio dell’ultimo miglio per i lavori riguardanti i porti di Ortona e Vasto. La Zes abruzzese è l’ultima arrivata – ha sottolineato Marsilio – ma oggi è quella più attiva anche perché è l’unica ad avere un commissario operativo ed apprezzato a tutti i livelli”.

“Mi auguro – ha concluso – che si proceda sulla stessa falsariga anche per la nomina del nuovo presidente dell’Autorità di sistema portuale del mar Adriatico poiché questa circostanza determinerebbe una velocizzazione dei progetti in cantiere e ci consentirebbe di recuperare il ritardo accumulato negli ultimi anni”.

Sangritana protagonista nel nuovo scenario economico del trasporto merci

“Sangritana oggi si presenta al pubblico nella sua veste nuova di vettore cargo nato nel 2019 ma già con tutte le carte in regola per essere un importante player del settore”, è quanto si legge in una nota che di seguito riportiamo integralmente.

A dispetto dello storico marchio, Sangritana S.p.A. è infatti un’azienda giovane che, portandosi in dote il pregresso know how, ha puntato il suo core business nel trasporto merci e nella logistica integrata sviluppando elevati standard di qualità che l’hanno portata ad acquisire contratti con importanti operatori nazionali ed esteri (Hupac, Stellantis, Captrain, GEFCO, ENI, ArsAltmann, WalterTosto, Trigano,ecc…).

Un’azienda dinamica in costante crescita, con un management giovane che guarda al territorio e all’ambiente e che si pone al servizio del tessuto imprenditoriale regionale garantendo alle imprese quei servizi e quelle opportunità che spesso sono determinanti nelle scelte imprenditoriali dei grandi e piccoli gruppi industriali.

Grazie ad una grande capacità di integrazione logistica ed una elevata flessibilità, la Sangritana Cargo oggi svolge un importante ruolo di integrazione delle aziende abruzzesi nei network internazionali consentendo a imprese regionali di aumentare la competitività nel segno della transizione ecologica e proiettandole verso il futuro, sempre più connesso, sostenibile, efficiente, intelligente e intermodale.

Una crescita aziendale che è testimoniata da numeri di tutto rispetto: un incremento di fatturato di oltre il 60% negli ultimi 3 anni, una produzione chilometrica che nel 2021 supera i settecentomila treni-chilometro, una dotazione di personale più che raddoppiata e che vede Sangritana alla ricerca di ulteriori risorse umane attraverso la pubblicazione di 2 bandi di selezione per l’assunzione di 9 nuovi addetti qualificati ed altamente professionalizzati.

Queste le basi su cui costruire un futuro da protagonista nel quadro economico post pandemico che vedrà il trasporto intermodale offrire adeguate risposte alle difficoltà che il mondo del trasporto sta attraversando per effetto del caro carburanti, dell’aumento generalizzato dei costi di trasporto su gomma, della congestione delle reti autostradali ma anche all’aggravarsi delle emergenze ambientali.

Sangritana sarà pronta e per questo si sta attrezzando in termini di investimenti in locomotive e di personale (altro aspetto non di poco conto quando si pensa alle ricadute positive sul territorio) ma deve farsi trovare pronto anche l’Abruzzo che dovrà investire nella realizzazione di terminali ferroviari se non vuole perdere una grande occasione di crescita e sviluppo.

Per questo Sangritana ha espresso le proprie proposte accompagnate dalla necessità di istituire un tavolo permanente della logistica integrata con tutti i portatori di interesse al fine di pianificare e di indirizzare gli investimenti che la Regione Abruzzo metterà in campo grazie alle risorse straordinarie del PNRR e del nuovo fondo di Sviluppo e Coesione.

Al termine dei lavori il Presidente di Sangritana, Alberto Amoroso, ha annunciato che l’azienda metterà a disposizione 20 defibrillatori che saranno donati ai comuni del territorio.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: