TRASPORTI TUA, “DISSERVIZI E TRENI SOPPRESSI”. PAOLUCCI: “GESTIONE INAFFIDABILE, REGIONE INDAGHI”

16 Settembre 2021 16:43

Regione: Cronaca

PESCARA – “La gestione Tua del trasporto pubblico si conferma inaffidabile anche sul fronte ferroviario, come confermano i disagi vissuti tra viaggiatori e pendolari nelle tratte gestite dalla Tua, perché l’Azienda regionale ha soppresso diverse corse e non ha comunicato nulla per tempo, né alla Regione e né all’utenza, rendendo così difficoltoso anche il servizio sostitutivo su gomma che in alcuni casi non è stato neanche offerto agli utenti. Non è una situazione accettabile, perché questa disorganizzazione genera sprechi, oltre che costi sociali”.

Duro il commento del capogruppo Pd in Consiglio regionale, Silvio Paolucci che ha presentato un’interpellanza all’esecutivo per avere chiarimenti e risposte sullo stato del servizio.

“È indispensabile che la Regione chiarisca se ha preso atto dello stato attuale del servizio ferroviario offerto alla luce delle frequenti rimodulazioni dei servizi e delle conseguenti soppressioni di treni che si sono verificate durante questi mesi e che continuano anche in questi giorni – incalza l’ex assessore – In ogni caso, non è possibile che ciò accada senza un’adeguata comunicazione all’utenza, lasciata spesso allo sbaraglio, per non dire a piedi. Non solo, le impasse che si verificano quotidianamente sono anche una forzatura rispetto a quanto stabilisce il Contratto di servizio sottoscritto”.

“Come si fa ad accampare problemi sulla disponibilità del personale, se non si è lavorato per tempo con l’obiettivo di attivare le necessarie misure organizzative aziendali e, in particolar modo quelle afferenti appunto alla dotazione organica, volto a evitare caos e disagi agli utenti? Inoltre, come si può pensare di fare ricorso a vettori privati per l’attivazione di corse sostitutive su gomma, in seguito a soppressioni di corse ferroviarie, anziché disporre dei mezzi della flotta aziendale fermi nei piazzali per buona parte dell’emergenza Covid-19?”.

“Ci attendiamo che di fronte a tanti e tali disagi e disservizi la Regione chieda conto all’Azienda, a partire dall’applicazione delle penali previste dall’Allegato 3 del Contratto di Servizio, poiché i disservizi creati sono quasi tutti ascrivibili a responsabilità interne all’Azienda di trasporto. All’utenza bisogna dare le risposte che il servizio pubblico purtroppo non sta fornendo, per questo chiediamo al Governo regionale di attivare le opportune verifiche per mettere a consuntivazione i minori costi sostenuti dalla Tua SpA, nonché di valutare i dati relativi alla affidabilità del servizio come prevede il Contratto di servizio.

“Con l’atto presentato in Consiglio regionale, inoltre, chiediamo alla Giunta quali azioni intende mettere in campo per coadiuvare la Tua SpA a superare le criticità Aziendali date dalla carenza di personale qualificato, come i macchinisti e qual è il cronoprogramma per superare gli attuali problemi organizzative aziendali, che non consentono di offrire un servizio aderente alle aspettative di studenti, lavoratori e pendolari. Criticità che riguardano in particolare i treni, ma che investono anche il trasporto su gomma, che in questi giorni vive situazioni davvero paradossali, senza controlli, con corse che saltano, disagi agli utenti e la sicurezza affidata al buon senso degli autisti, oltre che dei passeggeri”.

“Il trasporto pubblico è una chiave di volta non solo per agevolare davvero una mobilità la sostenibile, ma anche per rendere più accogliente e attrattiva la nostra regione, non si può pensare di fare turismo con gli spot, né di dare servizi alla comunità con una programmazione di ciò che serve, se agli annunci non si fanno seguire delle azioni che puntino alla qualità e all’efficacia di un servizio che dai fatti è ogni giorno allo sbaraglio”, conclude Paolucci.

 

Commenti da Facebook
RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: