TRIBUNALI MINORI ABRUZZO, PROROGA FINO AL 2024: “OTTIMA NOTIZIA, BOCCATA D’OSSIGENO PER TERRITORI”

29 Luglio 2021 10:57

Regione: Cronaca

PESCARA – Un’ulteriore proroga fino al 14 settembre 2024 per i Tribunali abruzzesi a rischio chiusura.

È stato approvato in serata al Senato l’emendamento a prima firma del senatore e già sottosegretario ai Rapporti col Parlamento, Gianluca Castaldi.

“Ottima notizia dal Senato, la commissione ha dato l’ok alla proroga dei tribunali di Avezzano, Sulmona, Lanciano e Vasto. L’emendamento Castaldi, firmato dai senatori e senatrici dei partiti della maggioranza è stato approvato”, dichiara la deputata Pd Stefania Pezzopane (Pd).

“Sono soddisfatta, nonostante il ministero abbia mantenuto la sua contrarietà, il parlamento ha fatto sentire la sua voce. Il rinvio è a settembre 2024, una importante boccata d’ossigeno per la giustizia, per i territori, per la qualità del servizio. Il lavoro di squadra ha pagato. Ringrazio tutte le colleghe ed i colleghi del senato. Ringrazio la capogruppo Pd Simona Malpezzi che ha sostenuto questa impegnativa battaglia parlamentare. Grazie ai sindaci ed agli amministratori in prima fila, agli avvocati ed ai loro ordini professionali, alle categorie produttive ed ai sindacati ed anche ai Vescovi ed alla stampa che ha seguito sempre con interesse la battaglia”.

La deputata Carmela Grippa (M5S) che aveva proposto emendamenti per ottenere la proroga ad ogni provvedimento in esame alla Camera per scongiurare la chiusura del presidio di legalità vastese, dichiara: “Durante il mio mandato con le diverse compagini governative che si sono configurate abbiamo posto al centro il tema dei tribunali. Eravamo già orgogliosi di aver ottenuto la proroga al 2022 e la riapertura delle piante organiche; oggi con questo nuovo risultato sono chi non vuol vedere negherà la nostra determinazione nel voler mantenere a Vasto il tribunale per il bene della comunità e la salvaguardia della legalità. Non è stato affatto semplice ma vince la voglia di essere vicini al territorio”.

“Quella della proroga approvata oggi al Senato segna uno spartiacque nell’azione politica dei rappresentanti del Movimento 5 Stelle vastese che in modo costante hanno saputo condurre una battaglia il cui esito non era affatto scontato ma hanno saputo rapportarsi con i diversi attori che si sono succeduti nel ministero della Giustizia riproponendo come prioritario la definitiva soppressione dei tribunali abruzzesi”.

CGIL: SALVI PRESIDI LEGALITA’ NEI TERRITORI

Arriva un’apprezzabile notizia dal Senato, con il via della Commissione alla proroga dei Tribunali di Avezzano, Sulmona, Lanciano e Vasto, dopo lunghe ed incessanti battaglie di alcune/i parlamentari abruzzesi, amministratrici/tori e cittadine/i, nonché l’appello lanciato qualche giorno fa da CGIL e FP CGIL Abruzzo Molise.

“Gli uffici giudiziari hanno storicamente offerto un significativo contributo istituzionale alle comunità, oltre ad una serie di servizi diretti ed indiretti che hanno contraddistinto questi apprezzabili strutture a difesa della legalità. Urge una rivisitazione della geografia giudiziaria con l’unico obiettivo di riportare Tribunali. Procure e Uffici Giudici di Pace vicino ai bisogni e ai diritti di cittadini e imprese. I presidi di giustizia sui territori di competenza sono elementi di legalità e civiltà : sopprimerli significa violazione di diritti protetti dalla Costituzione negando l’accesso al servizio giustizia per i cittadini con evidenti ripercussioni negative sul tessuto sociale ed economico sui territori di riferimento”.

UIL PA:

“Da sempre la UIL PA ne ha sostenuto la vertenza per cui dopo la notizia dell’avvenuta proroga al 2024 dei tribunali non provinciali di Avezzano, Lanciano, Sulmona e Vasto non possiamo che essere soddisfatti della delibera partorita dalla Commissione al Senato.

A dirlo sono Franco Migliarini e Mauro Nardella della UIL Pubblica Amministrazione Abruzzo

“Ci abbiamo sperato fino all’ultimo e il tutto, malgrado le notizie non proprio buone che  pervenivano dal Ministero della giustizia, è andato nel verso giusto. Ha pagato evidentemente la positiva ostinazione di tutti gli attori scesi in campo che con caparbietà si sono spesi per la causa. Ora non bisognerà fermarsi e continuare nell’iter intrapreso. Strutturarne il mantenimento attraverso una radicale revisione del dlgs 155/2012 decreto lo ricordiamo che ha ridisegnato la geografia giudiziaria portando alla chiusura di decine e decine di i tribunali in tutto il territorio nazionale, resta il principale obiettivo.  Da “domani” -concludono Migliarini e Nardella- ci si dovrà mettere subito al lavoro per cristallizzare il risultato ottenuto e renderlo ingrediente principale per quella che ci auguriamo rappresenti la torta finale: la permanenza indiscussa dei tribunali non provinciali nei loro storici luoghi.

BOCCHINO (LEGA), “VASTO MANTIENE IL SUO UFFICIO GIUDIZIARIO COME PROMESSO”

Lo avevamo annunciato che la Lega si sarebbe giocata fino all’ultimo asso per assicurare il presidio giudiziario di Vasto e così è stato; ieri, grazie ad un emendamento Lega al Dl Reclutamento approvato in commissione Giustizia, vengono mantenute le sezioni distaccate dei Tribunali dell’Aquila e di Chieti”.

Ad affermarlo in una nota Sabrina Bocchino, portavoce regionale del Carroccio e consigliere segretario dell’Ufficio di Presidenza, che prosegue: “Una vittoria trasversale per il nostro territorio conseguita grazie all’impegno degli esponenti delle varie forze politiche, dal regionale al nazionale, che deve far riflettere sull’inutilità del civismo: per raggiungere traguardi a tutela della cittadinanza si necessita di rappresentanze parlamentari affidabili, serie e concrete ” chiosa la consigliera regionale di Vasto.

“La geografia giudiziaria rimane immutata fino al 2024, un sospiro di sollievo per la comunità che l’onore di rappresentare e, quindi, di tutelare ” aggiunge Simone Angelosante (Lega), sindaco di Ovindoli e consigliere regionale “Sono fiero che la Marsica manterrà l’ufficio giudiziario di Avezzano; sono stato il primo firmatario del progetto di legge presentato in Consiglio regionale sulla organizzazione dei tribunali minori in Abruzzo e, successivamente, approvato all’unanimità. Ritengo, adesso, sia urgente e prioritario che il Parlamento esamini e voti il progetto di legge alle Camere della Regione Abruzzo approvato all’unanimità, solo con tale approvazione verrà definitivamente archiviata ogni sciagurata ipotesi di futura chiusura dei tribunali definiti ‘ minori ‘ ma che tali non sono se si valuta la mole dei procedimenti processati. La giustizia è un diritto fondamentale al pari della salute”.

Dello stesso parere Antonietta La Porta (Lega) sul tribunale di Sulmona:”Il presidio giudiziario della Valle Peligna è strategico e fondamentale per la conformazione del territorio delle nostre aree interne al confine con il Molise. Inoltre, il tribunale di Sulmona con il supercarcere e con la scuola di formazione rappresenta un ‘Polo della Giustizia’ fra i più importanti del nostro paese. Su questo Polo, come Lega, stiamo vigilando e stiamo lavorando per rinforzarlo”, conclude La Porta.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
  1. blank
    TRIBUNALI MINORI, BOCCHINO: “VASTO MANTIENE IL SUO UFFICIO GIUDIZIARIO COME PROMESSO”
    L'AQUILA - "Lo avevamo annunciato che la Lega si sarebbe giocata fino all'ultimo asso per assicurare il presidio giudiziario di Vasto e così è stato...
Articolo

Ti potrebbe interessare: