DOPO RITARDI E MINACCE DI RICORSI, PUBBLICATI I NOMI: SELEZIONATI DI BARTOLOMEO E BIZZARRI. CONTRATTO DI UN ANNO RINNOVABILE PER IL SECONDO

TSA: ECCO I 2 NUOVI ASSUNTI A TERMINE, COMMISSIONE INDICA VINCITORI BANDO

12 Febbraio 2020 08:25

L'AQUILA – Dopo mesi di ritardi e minacce di ricorsi, sono stati assunte a tempo determinato dal Teatro Stabile d’Abruzzo le due persone risultate vincitrici del bando di concorso pubblicato a fine agosto: si tratta di Amanda Di Bartolomeo, addetta a progetti co-finanziati, e il ballerino aquilano Leonardo Bizzarri, addetto nell’Ufficio Produzioni teatrali, fino allo scorso anno componente del Consiglio di amministrazione del Tsa, poi dimessosi.

L'incarico, a tempo determinato, ha la durata di un anno, rinnovabile per il secondo.

A selezionare i due la commissione esaminatrice del Tsa che poi ha consegnato i due nomi al consiglio di amministrazione – composto dal presidente Pietrangelo Buttafuoco, la vice presidente Rita Centofanti, e i consiglieri Fabrizio Pandori e Roberta Spaziani – che ha preso atto all’unanimità dei due verdetti.

La commissione è composta dal presidente del Tsa Buttafuoco, dal vice Centofanti e dal direttore, Simone Cristicchi, oltre che dai delegati del sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi e del presidente della Regione Marco Marsilio, persone che sono cambiate di volta in volta.

Per la figura dell'addetto a progetti co-finanziati il compenso massimo previsto è di 15 mila euro e, si legge nel bando, “il trattamento contrattuale, economico e giuridico sarà commisurato al valore della candidatura scelta dopo le valutazioni della Commissione. Tale trattamento potrà essere suddiviso in una quota fissa ed una variabile in relazione agli obiettivi raggiunti”.

Per l'addetto “ufficio produzioni teatrali” è previsto il trattamento contrattuale, economico e giuridico, “equiparato a un terzo livello del contratto nazionale del lavoro”.

La selezione delle due figure ha richiesto diverso tempo, un ritardo condito da polemiche e l'ombra dei ricorsi, annunciati nei mesi scorsi da alcuni candidati non ammessi alla prova orale, perché il curriculum non è stato ritenuto idoneo. Ma, secondo quanto si è appreso, non sarebbero stati presentati.

Tra i requisiti richiesti per la posizione di “addetto ai progetti co-finanziati” il titolo di laurea, comprovata esperienza in materia di project management e in progettazione per accedere a fondi comunitari, ottima conoscenza e padronanza della lingua inglese e buona conoscenza della lingua francese.

Invece all'aspirante “addetto nell'ufficio produzioni teatrali” era richiesta, oltre alla laurea, la conoscenza della lingua inglese. (azz.cal)

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore: