TRASPORTI: GIULIANTE, “LA TUA PRONTA ALLA PROVA DELLA RIAPERTURA DELLE SCUOLE, MA TUTTI FACCIANO SQUADRA”

10 Settembre 2020 15:18

PESCARA – “Il 24 settembre, con la riapertura delle scuole,  è ormai diventata una data topica in Italia, ma possiamo dire con assoluta onestà intellettuale che la Tua ha cercato in tutti i modi di trovare le soluzioni umanamente possibili per garantire il servizio di trasporto pubblico in sicurezza,  e siamo consapevoli che soltanto step-by-step si potrà andare a pieno e ottimale regime, purché le singole istituzioni non si muovano come monadi, ma collaborino tra loro”

Così  Gianfranco Giuliante, presidente della Tua, la società regionale trasporto pubblico abruzzese nel corso dell’intervista ad Abruzzoweb che ha inteso fare il punto sull’organizzazione della modalità con cui far muovere gli autobus, in una fase di allarme covid-19, ora che con la riapertura delle scuole ma anche con il venir meno man mano del lavoro a distanza l’utenza aumenterà’ enormemente. Con autobus che potranno utilizzare l’80 per cento dei posti, per garantire un minimo di distanziamento fisico.

Il direttore generale, Max Di Pasquale ha poi ricordato che in ogni caso i mesi di blocco totale del lockdown “hanno determinato al settore dei trasporti perdite per 12-14 milioni di euro solo in Abruzzo, 1,5 miliardi di euro a livello nazionale. E sarà fondamentale dunque l’impegno del governo a rimettere in carreggiata un servizio imprescindibile.

“Già dal mese di aprile noi abbiamo scritto una lettera aperta alle istituzioni dicendo che soltanto dalla collaborazione – ha detto Giuliante -,  e dalla messa in rete di tutte quante le istituzioni scolastiche, istituzionali, e del mondo del lavoro, si sarebbe potuto in un modo o nell’altro creare le condizioni per garantire il servizio, coordinando gli orari di apertura e chiusura delle varie attività, nonostante l’obbligo della limitazione dei posti a sedere, e del distanziamento fisico. Questo è avvenuto, seppure non pienamente e in tutti i territori”.

A semplificare lo lo scenario l’acquisto recente di 35 nuovi autobus, di cui già 24 su strada a cui seguiranno ulteriori ampliamenti della flotta, e soprattutto l’imminente entrata in funzione della centrale operativa, che permetterà di monitorare il servizio in modo “smart” e in tempo sulla stessa linea della app per le prenotazioni già entrato in funzione.




“Grazie alla sala operativa, sarà possibile un efficacissimo monitoraggio a distanza, come la posizione in un determinato momento di un autobus, e quanti sono i passeggeri a bordo. Il sistema entrerà a regime quando man mano rinnoveremo il parco autobus, che ancora mezzi obsoleti e senza le necessarie dotazioni tecnologiche”.

“Di concerto con le scuole – ha poi spiegato Di Pasquale – abbiamo rimodulato  le ore di punta cercando di differenziare gli orari di ingresso e uscita, rispettivamente dalle 7 alle 9.30 e dalle 12 alle 14 30, per ridurre e diluire il carico complessivo e conseguenti assembramenti, e rendere sostenibile la capienza negli autobus, che hanno posti ridotti. Ciò ha rappresentato un esperimento innovativo, che darà darà benefici in termini non solo di sicurezza, ma anche di  confort”.

 

LA DIRETTA

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©




Ti potrebbe interessare:

Gli articoli più letti in queste ore: