TURISMO, VERSO ESTATE DA “TUTTO ESAURITO” A FOSSACESIA: “LA COSTA DEI TRABOCCHI DECOLLA”

di Azzurra Caldi

20 Giugno 2021 01:13

FOSSACESIA – “Si fa già fatica a trovare case in affitto, le strutture ricettive stanno lavorando a pieno ritmo per far fronte alle prenotazioni. È successa la stessa cosa l’anno scorso quando, appena usciti dal lockdown dopo il picco dell’emergenza covid, si è registrata un’estate ricca di presenze. A questo punto contiamo di replicare: la Costa dei Trabocchi è finalmente decollata”.

Ne è convinto il sindaco di Fossacesia (Chieti), Enrico Di Giuseppantonio, che festeggia per il 20esimo anno consecutivo la Bandiera Blu – ieri allo Stadio del Mare di Pescara la cerimonia di consegna del prestigioso vessillo conquistato quest’anno da 13 località abruzzesi – e alle porte della stagione estiva 2021, si dice particolarmente contento: “Questa evoluzione la osservo con attenzione da tempo. Purtroppo negli anni passati non si è investito abbastanza e abbiamo già perso troppo, dobbiamo lavorare affinché non succeda più”, spiega ad AbruzzoWeb.

“Fossacesia è pronta per accogliere i turisti – dice Di Giuseppantonio – acque eccellenti, servizi, sicurezza, abbattimento delle barriere architettoniche e un calendario fitto di eventi sono solo alcuni dei nostri punti di forza, grazie ai quali abbiamo ottenuto ancora una volta la Bandiera Blu. A tal proposito ho promesso, come sindaco, di fare tutto il possibile, superando inutili campanilismi, affinché tutti i comuni della Costa dei Trabocchi arrivino a questo traguardo e mi auguro che lo stesso impegno lo metta la Regione. Sono molto orgoglioso del fatto che, anche grazie all’Anci, si sia raggiunta l’unità di intenti da Martinsicuro a San Salvo. Finalmente è ‘nata’ la Costa abruzzese”.

C’è poi la Via Verde: “Insieme agli altri sindaci ci stiamo assicurando che vengano rispettati tutti gli impegni. Intanto i lavori nelle gallerie procedono e dovrebbero riaprire entro fine giugno. Certo è che questa pista ciclopedonale, che pure è ancora un vero cantiere a cielo aperto, l’anno scorso ha fatto registrare un’impennata di presenze senza precedenti”.

Non mancherà, come ogni anno, un ricco calendario di eventi. Il programma completo verrà reso noto a giorni ma, intanto, hanno inaugurato il cartellone Riccardo Fogli e Michele Zarrillo, nella suggestiva cornice dell’Abbazia di San Giovanni in Venere.

La promozione turistica, spiega ancora Di Giuseppantonio, passa attraverso delle scelte, spesso coraggiose, soprattutto in momenti storici particolari: “Ad esempio, abbiamo deciso di abolire la tassa di soggiorno. C’è poi la spiaggia libera, dove ogni giorno garantiamo la pulizia, docce gratis e servizi. Per il comune rappresenta indubbiamente un sacrificio ma l’obiettivo principale resta quello di spalancare il più possibile le porte della città, siamo sicuri che sia un modo giusto per incentivare il settore turistico, sul quale scommettiamo tutti perché attraverso di esso vi potrà essere una veloce ripresa post pandemica. Nostro interesse è favorire nuovi investimenti, mantenendo il trend che stiamo registrando negli ultimi anni con nuove aperture di attività ricettive e commerciali”.

“Sono convinto che il turismo rappresenti un pilastro importante dell’economia della provincia di Chieti e ancora di più per l’intero comprensorio della Val di Sangro. Basti pensare che tra Atessa e Paglieta abbiamo alcune delle aziende più importanti del Centrosud. Industria, agricoltura e turismo: questi settori sono la nostra forza, abbiamo importanti radici, ora non dobbiamo fare l’errore di fermarci. Non dobbiamo ripetere gli stessi sbagli che sono stati fatti negli anni, compito della politica è quello di programmare e noi dobbiamo farlo, soprattutto per i nostri giovani, per generare occupazione”.

E aggiunge: “Ci sono tante richieste di investimenti importanti qui a Fossacesia, e se da una parte dobbiamo completare il piano demaniale, che va revisionato sulla base delle attuali norme di legge, a tutela dell’ambiente, dall’altra c’è la pianificazione urbanistica. È nostro dovere valutare la qualità dell’investimento in relazione al rispetto all’ambiente, all’intelligenza architettonica. Come Ente dobbiamo essere collaborativi, veloci, abbattere le barriere burocratiche. Siamo pronti a metterci tutto il nostro impegno per promuovere lo sviluppo e, allo stesso tempo, tutelare il nostro territorio”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: