UIL E CGIL IN PIAZZA A ROMA: LOMBARDO, “ANCHE A REGIONE ABRUZZO CHIEDIAMO DI CAMBIARE LE COSE”

20 Aprile 2024 15:08

Regione - Cronaca

ROMA – “Siamo qui per continuare a mobilitare e a chiedere ai governi nazionale e regionale di mettere in campo politiche adeguate a sostegno di sanità e sicurezza, riforma fiscale e tutela dei salari. Allo stato attuale, più di due milioni di lavoratori non hanno i contratti collettivi nazionali di lavoro rinnovati, questo significa non aumentare i salari e non dare maggiore potere di acquisto alle loro buste paga”.





Lo ha dichiarato Michele Lombardo, segretario regionale Uil Abruzzo, oggi a Roma per la manifestazione nazionale di Uil e Cgil per ribadire le richieste su salute e sicurezza, diritto alla cura e sanità pubblica, riforma fiscale e tutela dei salari. Dall’Abruzzo – si legge nella nota della Uil – c’è stata una grandissima partecipazione, con numerosi pullman che hanno raggiunto la Capitale.

I manifestanti si sono radunati in piazzale Ugo La Malfa per poi dirigersi in corteo a piazzale Ostiense, dove era in programma il comizio conclusivo, con gli interventi del segretario generale nazionale Uil, Pierpaolo Bombardieri, e del segretario generale nazionale Cgil, Maurizio Landini.





“La delegazione regionale della Uil, oggi, ha partecipato alla manifestazione di Roma – ha aggiunto il segretario Lombardo – per dire anche alla Regione Abruzzo che i temi che toccano a livello nazionale riguardano anche quello regionale. A partire dalla sanità pubblica, per la quale noi chiediamo di investire risorse attraverso fondi strutturali e del Pnrr, per rimettere in campo una sanità pubblica regionale credibile e all’altezza della situazione e che dia diritto di cittadinanza sulla sanità a tutti gli abruzzesi”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©


    [mqf-realated-posts]

    Ti potrebbe interessare:

    ARTICOLI PIÙ VISTI: