UNIVAQ E HONDA INSIEME PER LA FORMAZIONE NELL’INGEGNERIA MECCANICA

4 Agosto 2021 15:22

L'Aquila: Scuola e Università

L’AQUILA – L’Università degli Studi dell’Aquila avvierà dal prossimo anno accademico il progetto formativo UnivAQ in Honda,per gli studenti delCorso di Laurea Magistrale in Ingegneria Meccanica. Si tratta di un corso coprogettato dall’Università degli Studi dell’Aquila e dalla Honda Italia nato con l’obiettivo di favorire un approccio degli studenti diretto ed una conoscenza applicata a casi di studio industriale, approfondita con il supporto delle competenze di tecnici Honda.

Questa iniziativa nasce nell’ambito dello spazio che l’Università degli Studi dell’Aquila ha aperto in Val di Sangro per accrescere i servizi a favore del sistema industriale, per studiare nuove iniziative didattiche e, infine, per facilitare le occasioni di orientamento a favore degli studenti della scuola superiore, in stretta collaborazione con le scuole del territorio.

UnivAQ in Honda nasce con l’ambizione di far riferimento alknow-howdei tecnici della Honda Italia per formare gli studenti di Ingegneria Meccanica su alcuni aspetti chiave nella produzione di motocicli: dalla progettazione del processo di produzione al testing del veicolo, dalla gestione dei fornitori all’automazione passando per la qualità del processo produttivo. Il know-how del saper fare motocicli con altissima qualità, con esercitazioni ed osservazioni sul campo, diventerà quindi argomento di studio presso lo stabilimento Honda Italia di Atessa (CH), proprio nel cinquantenario della nascita di questo importante stabilimento.

L’Università degli Studi dell’Aquila è proiettata verso la sperimentazione di forme di innovazione didattica, così da assicurare ai propri studenti una elevata qualità formativa, e sente il radicamento con il proprio territorio regionale e la responsabilità di essere, grazie ai laureati tecnici che forma, un fondamentale fattore di sviluppo del sistema produttivo e, quindi, dell’economia regionale.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: