UNIVERSITA’ DI TERAMO: CONSEGNA DELLE PERGAMENE PER I LAUREATI DURANTE IL LOCKDOWN

17 Settembre 2020 08:42

TERAMO – All’università degli studi di Teramo si torna in presenza per la consegna delle pergamene di laurea disseminata in più giorni. Tutto ciò in attesa del nuovo anno accademico fissato sempre in presenza il prossimo 5 ottobre.

“Un atto doveroso e gusto per i nostri studenti che si sono dovuti laureare online – spiega il magnifico rettore, Dino Mastrocola -,  nel pieno rispetto di tutti i protocolli anti-covid possiamo consegnare le pergamene”.

La prima cerimonia ha riguardato i laureati di Scienze politiche e di Giurisprudenza, poi le altre ieri e oggi.

Mastrocola ha definito la università “una comunità unica e coesa, pronta a ripartire il 5 ottobre con le lezioni in presenza”.






Dopo 6 mesi di chiusura con lezioni ed esami online, gli studenti tornano a solcare le porte dell’università di Teramo con termoscanner negli ingressi, come vuole il protocollo di sicurezza contro il covid, autodichiarazioni per chi entra ed accompagna i laureati e, naturalmente, mascherine.

“Questo evento è stato giustamente voluto e concordato da tutti, laureati in primis. Era giusto festeggiare uno dei traguardi più importanti della vita”.

Sono arrivati i saluti del Ministro dell’Università, Gaetano Manfredi, che ha lanciato un messaggio di incoraggiamento e di speranza per i giovani laureati che si affacceranno a breve sul mondo del lavoro, ringraziando, infine, l’università di Termo per il pronto servizio dato agli studenti durante il periodo del lockdown.

E sul nuovo anno accademico il rettore si è detto fiducioso, nonostante le incognite sulle ultime linee guida che impongono la tracciabilità e la gestione di eventuali casi, per i quali l’Ateneo si è adoperato con le cosidette “aule covid”, cioè spazi riservati ad eventuali casi di Coronavirus.
Ilaria Muccetti

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore: