UNIVERSITA’: MENO TASSE PER DIPENDENTI REGIONALI E I LORO FIGLI, FIRMATO ACCORDO

16 Ottobre 2019 17:51

L'AQUILA – Taglio del 30 per cento delle tasse universitarie per i dipendenti regionali, i loro coniugi e conviventi nonché i loro figli.

E' quanto prevede la convenzione firmata oggi tra la Regione Abruzzo e l'Università degli studi di Teramo, “per favorire la formazione del personale regionale attraverso l'iscrizione ai corsi di laurea attivi con agevolazioni di carattere economico”, si legge in una nota. 

La convenzione avrà una durata di 5 anni. Possono usufruirne i dipendenti della Regione in servizio e in quiescenza, i coniugi e conviventi nonché i figli dei dipendenti regionali in servizio o in quiescenza. 






La convenzione è stata sottoscritta dal Presidente della giunta regionale Marco Marsilio e dal rettore Dino Mastrocola. Referente di progetto per l'università è il professor Salvatore Cimini, per la Regione Roberto Rassu.

“L'obiettivo – si legge ancora nella nota – è quello di garantire una crescita professionale del lavoratore, della capacità innovativa e di iniziativa nell'ambito della pubblica amministrazione. L'Università s'impegna a concedere una riduzione del 30 per cento del contributo annuale delle tasse a condizione che per gli anni successivi al primo lo studente consegua almeno 36 crediti formativi se a tempo pieno e, 18 nel caso di studente a tempo parziale. E comunque, non deve essere fuori corso”. 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore: