VACCINI NELLE CARCERI: NARDELLA, “FARE PRESTO, E’ EMERGENZA, ANCORA IGNOTO PIANO SOMMINISTRAZIONE”

8 Febbraio 2021 09:25

L’AQUILA – “La situazione nelle carceri abruzzesi, già di per sé grave per via dell’atavico sovraffollamento di detenuti e contestuale carenza organica, é andata ulteriormente aggravandosi a seguito dell’ epidemia Covid 19 tanto da aver portato il carcere di Sulmona ad un passo da un drammatico collasso. Gli istituti di pena aquilane quali L’Aquila e Sulmona ospitano detenuti di elevatissimo calibro criminale tra cui appartenenti a cosa nostra, ndrangheta, camorra, sacra corona unita, stidda, mafie estere, terroristi islamici. È proprio la caratteristica criminogena di tali reclusi che non deve fare esitare chi di competenza a mettere subito in pratica per le carceri dell’entroterra abruzzese il piano vaccinale”.

L’appello arriva da Mauro Nardella segretario generale territoriale Uil  Pa polizia penitenziaria

“Stante quanto affermato dal commissario straordinario Arcuri dovrebbero iniziare domani le somministrazioni dei vaccini Astrazeneca per gli under 55 tra i quali vi sono ricompresi anche detenuti e personale penitenziario. Ora i vaccini loro dedicati, stante quanto appreso dagli organi di stampa, ci sono. Tuttavia non ancora si conoscono indirizzi circa il loro utilizzo e le rispettive date di somministrazione. Lancio quindi l’invito a chi è preposto all’organizzazione delle vaccinazioni di fare presto e magari facendoci conoscere con urgenza il piano predisposto”.




“Lo dico prima che quello che drammaticamente si è vissuto in questi ultimi mesi possa ripetersi.
Non ce lo potremmo  permettere visto che lo stress e la stanchezza accumulata da tutti gli operatori penitenziari e dai detenuti in conseguenza di questa emergenza sono due elementi che mal si conciliano con il requisito della sicurezza preteso per questa tipologia di professione”, conclude Nardella.

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©



ARTICOLI PER APPROFONDIRE:


    Ti potrebbe interessare:

    Gli articoli più letti in queste ore:

    Do NOT follow this link or you will be banned from the site!