VARIANTI PRG, D’ERAMO CONTRATTACCA: ”DA ASSESSORE NON HO SISTEMATO QUESTIONI OCCUPAZIONALI FAMILIARI”

8 Dicembre 2019 18:58

L'AQUILA – E' rovente il clima politico in Comune sulla vicenda della sospensione, sancita dal Tar, delle delibere che dovrebbero modificare le Norme tecniche attuative del Prg, in modo da consentire nelle frazioni la ristrutturazione al posto del restauro conservativo. E' la Sovrintendenza ad aver presentato ricorso al Tar, sostenendo che i provvedimenti aprirerebbero la strada a demolizioni facili e ampliamenti. Di tutt'altro parere l'attuale assessore all'Urbanistica, Daniele Ferella, di cui il centrosinistra ha chiesto le dimissioni con l'accusa di aver bloccato la ricostruzione. Ferella ha controreplicato attribuendo la paternità dei ritardi al Pd che lo accusa. Paolo Romano, del Passo Possibile, e Stefano Palumbo del Pd, hanno rintuzzato ancora, mettendo nel mirino l'ex assessore comunale Luigi D'Eramo. Che, a sua volta, non le ha mandate a dire con un post sulla sua pagina Facebook: “Pd ed ibridi all’attacco della Lega! Per me è stato un onore ricoprire l’ incarico di assessore comunale che, a differenza di chi ha governato prima, non mi ha “portato fortuna” nel sistemare le questioni occupazionali della mia famiglia. Per questi fenomeni io sarei stato l’assessore assenteista e Daniele Ferella l’assessore “ragazzo” con le lacune. Ecco questa è la sinistra aquilana: confusione, smarrimento e astio!”. 





Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore:

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!