VELA: OPTIMIST: RICCI DI ORTONA E’ L’UNICO ABRUZZESE OK ALLA PRIMA FASE

30 Aprile 2013 15:44

Pescara: Sport

PESCARA – Uno straordinario traguardo per il team pescarese della Lega navale italiana. Mattia Ricci (classe 1998) è l’unico velista tra Abruzzo e Molise (IX zona) ad essersi qualificato per la seconda selezione nazionale degli Europei e dei Mondiali nella classe ”Optimist”, categoria Juniores.

La prima selezione si è svolta a Follonica (Grosseto) dal 25 al 28 aprile. All’evento erano presenti 160 ”Optimist” Juniores, selezionati come i migliori d’Italia.

Per accedere Ricci ha superato la selezione interzonale di Senigallia (Ancona), svoltasi tra gli agonisti ”Optimist” Juniores dell’Adriatico centro-settentrionale, dal 15 e al 17 marzo.

 accompagnare il velista quattordicenne c’era Roberto Lachi, istruttore nazionale Federazione italiana vela di II livello e ufficiale di regata, nonché direttore sportivo della Lega navale italiana.

Nel corso del primo giorno si sono svolti i consueti controlli di stazza, per assicurare la conformità di tutte le barche partecipanti. Nei giorni seguenti, invece, sono state disputate nove prove, tutte con vento forte. Al termine della regata Ricci si è qualificato 31° su 160, quindi tra i primi 80 che hanno avuto accesso alla seconda selezione nazionale.

La seconda selezione si svolgerà sul Lago di Garda, ad Arco (Trento), dal 30 maggio al 2 giugno. Nel corso della regata saranno selezionati cinque velisti ”Optimist” Juniores per il mondiale a Riva del Garda e sette per l’Europeo in Ungheria.

L’allenatore di Mattia Ricci, Sergio Dainese (istruttore nazionale federale di II livello), commenta così il traguardo del suo atleta.

”Il risultato di Mattia è frutto di impegno e sacrificio – dice Dainese -. Essendo di Ortona, in provincia di Chieti, per allenarsi con i suoi compagni ogni giorno deve prendere il treno, appena terminata la scuola, e raggiungere Pescara. Questo è il suo ultimo anno tra gli ’Optimist’, poi passerà al ’Laser’. Lottare per ottenere un posto agli Europei o ai Mondiali mi sembra una fantastica conclusione”.

Gli oltre 30 atleti della sezione pescarese della Lega navale italiana sono allenati anche da Marco Dainese, istruttore nazionale della Federazione vela di III livello e preparatore atletico Coni, che si occupa della classe ”Laser”, da Roberto Lachi, istruttore nazionale federale di II livello e ufficiale di regata, nonché direttore sportivo, e da Cristiana Di Luzio, allenatrice che collabora per entrambe le classi.

‘”Optimist” è una barca pensata per ragazzi dai 6 ai 15 anni, è lunga 2,30 metri e ha una sola vela. La maggior parte dei velisti giunti ai vertici delle proprie categorie ha regatato sull’”Optimist”, si tratta, infatti, di un’imbarcazione utile alla prima formazione velistica in mare.

La classe ha due categorie: i ”Cadetti”, che sono Under 12, e gli Juniores che hanno tra i 12 e i 15 anni (Under 16).

Alla Lega navale di Pescara gli atleti appartenenti alla classe ”Optimist” (attualmente 12 ”Cadetti” e 4 Juniores) hanno la possibilità di allenarsi sei giorni a settimana.

Ad oggi la società conta, tra agonisti e preagonisti, oltre 30 ragazzi (”Optimist” e ”Laser”), di un’età compresa fra i 7 e i 18 anni.

Gli atleti hanno modo di sperimentare, durante gli allenamenti, nozioni e tecniche apprese. Le attività si svolgono dal martedì al sabato pomeriggio e la domenica mattina.

Nel fine settimana ai ragazzi viene data l’opportunità di partecipare alle più importanti regate nazionali delle loro rispettive classi. Durante le trasferte sono accompagnati dagli allenatori, che vigilano sulle loro prestazioni e sulla loro sicurezza. I corsi per adulti, inoltre, sono aperti tutto l’anno.

I successi non sono una novità per la Lega navale di Pescara: con i suoi campioni, infatti, la società raggiunge da anni risultati eccellenti nelle varie competizioni italiane. Si impegna ad accompagnare i giovani nella crescita, attraverso attività sportive sane che li abituino a stare a contatto con la natura e che diano loro i mezzi per imparare a vivere il mare nel modo più autentico.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: