AUTOPORTO SAN SALVO: “GRANDE OPPORTUNITA’ DI CRESCITA E SVILUPPO”

21 Ottobre 2020 16:05

SAN SALVO – Amazon approda in Abruzzo e, dopo settimane di polemiche, che hanno visto scontrarsi i sindaci del Vastese e della Val di Sangro per ospitare il colosso dell’e-commerce, è stato il voto unanime del Consiglio regionale d’Abruzzo ad approvare la “Cessione dell’Interporto San Salvo”, e a questo punto l’Arap potrà procedere, a sua volta, alla cessione della struttura alla società.

Grande soddisfazione San Salvo per un progetto che prevede l’assunzione di 3.150 persone a regime entro due anni, secondo quanto riportato nell’offerta di acquisizione.

“Il Partito Democratico, nella seduta di ieri, con serietà e con grande senso di responsabilità, ha votato favorevolmente il punto all’ordine del giorno riguardante l’autoporto di San Salvo, pur ribadendone superfluo e ‘non necessario’ il passaggio in Consiglio regionale come sottolineato anche dal presidente Marco Marsilio che ringraziamo per la precisazione fatta e per l’impegno profuso in queste settimane in merito alla proposta di acquisto avanzata dalla K2 Engineering”, spiegano in una nota Silvio Paolucci, capogruppo Pd in Consiglio regionale, il Pd San Salvo e i “sindaci del centrosinistra”.

“La lentezza messa in campo in queste ultime settimane dalle forze politiche di maggioranza in Regione e in particolar modo dagli esponenti della Lega, avrebbe potuto mettere a rischio un’operazione importante per San Salvo e per il Vastese. E’ doveroso sottolineare che con l’operazione posta in essere – tra l’altro senza un centesimo di euro di soldi pubblici – si riabilita oggi un bene pubblico da sempre inutilizzato e che oggi troverà una sua caratterizzazione e funzionalità a differenza di altri siti proposti dai sindaci della Val di Sangro che altro non avrebbero fatto che togliere terreno all’agricoltura a fronte anche di una complessa procedura di modifiche di piani e vincoli ambientali che avrebbero comportato lungaggini burocratiche con la possibilità tra l’altro di inficiare ripensamenti da parte della K2 Engineering di insediarsi nella nostra Regione”.




“Ringraziamo i sindaci del Vastese per aver difeso, uniti e compatti, l’investimento in questione comprendendone l’importanza. Invitiamo infine il sindaco di San Salvo, Tiziana Magnacca a proseguire con celerità la strada intrapresa assieme agli altri sindaci del territorio, evitando di cadere in tentennamenti, confusioni e operazioni perditempo generate dalle beghe interne al centrodestra e in particolar modo dagli esponenti della Lega Abruzzo a solo discapito del territorio e dei cittadini. Al netto di ciò siamo soddisfatti del risultato raggiunto, certi che l’Arap procederà con il dovuto atto per che completare l’operazione che cambierà, in positivo, i connotati del nostro territorio. Il centrosinistra si è sempre battuto per il lavoro e la sua salvaguardia. San Salvo e l’Abruzzo sono oggi di fronte ad uno degli investimenti più importante della storia moderna abruzzese”, concludono.

I gruppi consigliari San Salvo Città Nuova, Lista Popolare e Per San Salvo aggiungono: “Senza entrare nel merito del passaggio in Consiglio regionale ci corre l’obbligo di ringraziare il presidente della Giunta Regionale Marco Marsilio, che con il suo decreto presidenziale ha voluto, e ha creduto fortemente in questa iniziativa che, realizzata su di un territorio vocato alle attività imprenditoriali, perché provvisto delle necessarie infrastrutture, darà un impulso all’economia e all’occupazione di tutto il vastese e permetterà di riutilizzare un manufatto costato diversi milioni di euro e abbandonato al suo destino oramai da diversi anni”.

“Un ringraziamento va anche all’assessore regionale alle attività produttive Mauro Febbo, anche egli politicamente determinato verso l’iniziativa, e all’Arap, che ha sollecitamente risposto alle esigenze del territorio e di un investitore che hanno bisogno di risposte certe e in tempi reali. Uguale ringraziamento va ai sindaci del nostro territorio, con a capo i sindaci di San Salvo e di Vasto, che in maniera compatta, così come è stato per la realizzazione del nuovo ospedale di Vasto, hanno dimostrato che l’unità di intenti, al di là delle appartenenze, porta sempre buoni risultati e rende merito ad una classe dirigente che guarda agli interessi del territorio, al di sopra di ogni cosa”.

“Non possiamo, allo stesso modo, ringraziare quanti hanno dimostrato una scarsa lucidità politica e una discutibile sensibilità istituzionale, rischiando di vanificare una iniziativa che, al netto dei campanili e dei personalismi inutili, evidenzierà nel tempo la lungimiranza della Politica e la difesa delle giuste cause a servizio della collettività”, sottolineano.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare:


Gli articoli più letti in queste ore: