VERDEAQUA NUOVI ORIZZONTI: SOCI, ‘FALSE INFORMAZIONI DA SINDACATO, RINUNCIA VOLONTARIA A TREDICESIMA’

9 Gennaio 2020 14:11

L'AQUILA – “I Soci dipendenti della cooperativa Verdeaqua Nuovi Orizzonti intendono, ancora una volta, dissociarsi da quanto affermato dal sindacalista Simone Tempesta. Ad onor di cronaca, si precisa che, a seguito della decisione assembleare del 14 dicembre 2015 e al fine di far fronte ad una crisi aziendale, i soci decisero all’unanimità di ricapitalizzare la cooperativa rinunciando ad un importo pari alla tredicesima mensilità, criterio utilizzato per rendere la stessa rinuncia equa alle ore lavorate durante l’anno”. 

È la replica contenuta in una nota dei soci dipendenti della cooperativa Verdeaqua Nuovi Orizzonti, in risposta al comunicato stampa inviato dal segretario Generale Provinciale Fials, Simone Tempesta, che ha parlato di “circa 200 lavoratori, addetti all’assistenza agli anziani ultrasessantacinquenni, all’assistenza domiciliare ai portatori di handicap, all’assistenza ADI per la pulizia di ambienti ed igiene personale, assistenza scolastica a disabili ed appoggio all’insegnante di sostegno, sono nell’avvilimento totale perché gli emolumenti dovuti per le mensilità di novembre e dicembre 2019 nonché la tredicesima mensilità ancora non sono stati liquidati”.





“A tal riguardo nel dicembre 2016, ci si trovava a discostarsi dalle stesse dichiarazioni del suddetto. I soci dipendenti portano a conoscenza che, nell’ assemblea del 16 dicembre 2019, il consiglio di amministrazione ha comunicato le probabili difficoltà circa il pagamento della tredicesima mensilità dovute a tempistiche tecniche legate ad enti terzi, impegnandosi a ridurre i tempi d’attesa. Il giorno 3 gennaio la presidente Annalisa Manella, con messaggio diretto a tutti i soci, si scusava per il disagio arrecato, portando a conoscenza che il pagamento della tredicesima mensilità sarebbe avvenuto entro il sette gennaio cosi come verificabile da versamenti bancari”, aggiungono. 

“Tali circostanze e le dichiarazioni rese dal sindacalista Tempesta, senza tener conto di quelle che sono le modalità di gestione poste in essere dal nuovo Cda che, sin dal primo periodo d’insediamento ha regolarizzato le tempistiche relative ai pagamenti, instaurando un clima di sicurezza retributiva che garantisse ai lavoratori maggiore stabilità economica rispetto alle gestioni precedenti , ledono l’immagine della cooperativa e di ciascun socio-dipendente che quotidianamente si impegna al fine di garantire un servizio concreto e professionale alla collettività – spiegano – Inoltre, si porta a conoscenza che, il sindacalista avrebbe operato senza attenersi alle modalità comportamentali che un sindacato dovrebbe porre in essere prima di avallare eventuali comunicazioni ricevute. Pertanto, datasi la recidività di tali dichiarazioni, si invita il signor Tempesta a verificare in maniera adeguata le reali condizioni attinenti alla cooperativa, in modo da non diffondere false informazioni solo per costruirsi un momento di notorietà”, concludono. 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore:

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!