VERSO IL VOTO: BALDINI (ISP ABRUZZO), “TRENT’ANNI DI PARTITO UNICO HANNO DISTRUTTO IL NOSTRO PAESE”

21 Settembre 2022 12:07

Chieti - Economia, Lavoro, Politica, Politiche 2022, Sanità

PESCARA – “Il partito unico che governa da trent’anni ha svenduto le aziende pubbliche strategiche, privatizzato il settore bancario, affossato scuola e sanità, precarizzato il lavoro obbligando i nostri giovani a emigrare, imposto un trattamento sanitario sperimentale e sovvenzionato una guerra che già stiamo pagando a caro prezzo. Ci stanno condannando al regresso per i prossimi decenni. Bisogna fermarli prima che sia davvero troppo tardi”.

Lo afferma Gianluca Baldini, 40enne pescarese, del partito Riconquistare l’Italia, docente incaricato sul ruolo di sostegno nella scuola secondaria di secondo grado, candidato al Senato uninominale con l’alleanza “Italia Sovrana e Popolare” di cui fa parte Riconquistare l’Italia,

“Negli ultimi trent’anni hanno distrutto tutto. Hanno smantellato l’Iri, regalando aziende pubbliche strategiche ai grandi capitali privati stranieri, hanno privatizzato il settore bancario, che prima svolgeva il duplice compito di tutelare i risparmi degli italiani e di finanziare sostenibilmente la spesa pubblica. Hanno riformato la scuola e la sanità, che un tempo erano il fiore all’occhiello del nostro Paese che ci invidiavano in tutto il mondo, mentre oggi sono proprio i servizi pubblici che mostrano le crepe più evidenti. “, le parole di Baldini in un video elettorale.

“Hanno riformato il diritto del lavoro, con la falsa promessa che la flessibilità avrebbe generato ricchezza – continua il candidato abruzzese di Italia Sovrana e Popolare – mente oggi abbiamo un precariato diffuso e tassi di disoccupazione da record. Hanno sfasciato un modello che funzionava e l’hanno sostituito con un incubo che costringe ogni anno 300 mila italiani, la maggior parte giovani, che in Italia non trovano un lavoro dignitosamente retribuito. E negli ultimi due anni hanno sostenuto un governo guidato proprio da quel vile affarista di Mario Draghi che ha avuto un ruolo attivo nella vendita di nostro Paese. Questo governo, insomma, ha distrutto la vita di milioni di Italiani con un’estorsione di Stato costringendoli a ricevere un trattamento sanitario sperimentale pena la perdita del lavoro”.

“Lo stesso governo – conclude Baldini – ha comminato quelle sanzioni alla Russia che questo inverno pagheremo con una serie di fallimenti a catena delle imprese e con bollette del gas che saranno insostenibili da pagare per la maggior parte delle famiglie. E adesso dopo aver ridotto l’Italia la fame di averci portato sull’orlo della terza guerra mondiale, gli esponenti del Partito Unico che governa da un trentennio questo Paese ci promettono di aver trovato le soluzioni per quei problemi che loro stessi hanno creato”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©

    Ti potrebbe interessare: