VERSO IL VOTO: CANDIDATI DI IMPEGNO CIVICO IN ABRUZZO PRESENTANO I PUNTI DEL PROGRAMMA

12 Settembre 2022 14:04

- Politica, Politiche 2022

L’AQUILA – Il programma di Impegno Civico raccontato dalle parole dei candidati in Abruzzo alle elezioni politiche del 25 settembre in Abruzzo. Nel corso di una conferenza stampa, organizzata all’Aquila nella cornice della Sala Rivera di Palazzo Fibbioni, sono stati esposti i punti principali che inseriti nelle linee programmatiche della forza politica, guidata da Luigi Di Maio.

Apre così il Senatore Primo Di Nicola, candidato capolista al Senato: “Ci aspettano mesi durissimi, con un conflitto in corso voluto da Putin con l’aggressione in Ucraina e una economia di guerra che sta facendo pagare un prezzo altissimo ai nostri cittadini. Per tagliare le bollette e ridurre il costo della vita abbiamo bisogno di risorse ingenti che l’Italia non ha. Ci vuole l’aiuto dell’Europa, quell’Europa che il centrodestra ha ricominciato a prendere di mira chiedendo la rimozione delle sanzioni contro la Russia per fare un favore a Putin. Richieste che ci isolano e che demoliscono il sistema di alleanza del nostro paese, così spinto all’isolamento. Questo vuole la destra di Meloni, leader di un partito alleato con l’autocrate ungherese Orban, i razzisti francesi della Le Pen e i post fascisti franchisti spagnoli di Vox. A tutto questo l’Aquila e l’Abruzzo devono dire No”.

Prosegue quindi Federica Gasbarro, attivista contro i cambiamenti climatici, unica italiana scelta dalle Nazioni Unite (insieme a Greta Thunberg e ad altri 99 ragazzi) al primo raduno di giovani leader al palazzo di vetro di NY e all’Assemblea Generale durante il vertice per il Clima 2019: “Come capita a molti giovani, non mi sono mai riconosciuta nelle istanze di un partito o di un movimento in particolare. La scelta di candidarmi con Impegno Civico nasce proprio da qui: dalla voglia di far parte di un percorso nuovo, di un’idea nata anche per dare voce e spazio alla nostra generazione. Siamo tanti under 35 a essere scesi in campo insieme al nostro leader, Luigi Di Maio, che di anni ne ha 36. Per me è un onore essere nelle liste di Impegno Civico in Abruzzo, la mia terra di origine. Ci sono molte istanze da sostenere, a partire dalla necessità di realizzare una Legge sul clima che muova su due binari principali: usare come metro di misurazione dell’inquinamento il parametro oggettivo delle emissioni di CO2, premiando le aziende che puntano sulla sostenibilità, e favorire l’efficientamento energetico degli edifici, aumentando anche l’installazione di pannelli solari che devono essere ovunque. Dal 19 al 22 settembre sarò nuovamente a New York con le Nazioni Unite, e avremo modo di sviluppare ulteriormente i temi sull’emergenza climatica. Ma non dobbiamo dimenticare anche il diritto dei giovani di potersi costruire un futuro in autonomia, a partire dalla casa. Per questo mi voglio battere affinché lo Stato garantisca mutui a tasso zero per i ragazzi ed elimini l’Iva e altre tasse sui mutui per i giovani. È arrivato il momento che anche la nostra generazione abbia un ruolo da protagonista, da qui al futuro”.

Aggiunge quindi Vincenzo D’Ottavio, già Sindaco di Ortona: “In questi ultimi anni, stiamo vivendo una situazione di emergenza sanitaria mai vista prima, rappresentata dalla pandemia del Covid 19. Il nostro Sistema Sanitario Nazionale ci ha permesso di affrontare in maniera capillare questa criticità, grazie anche ad una campagna vaccinale efficiente, sparsa su tutto il territorio nazionale. Uno dei punti programmatici di Impegno Civico, è proprio quello di sviluppare ed investire maggiormente sui servizi sanitari territoriali, attraverso risorse appropriate, campagne di prevenzione e fondi per la ricerca. Purtroppo la pandemia ha messo in luce numerose problematiche relative ai disturbi del comportamento alimentare e ai disturbi dell’umore, molto frequenti nella popolazione giovanile. Mentre nelle fasce di popolazione di età più avanzata, con patologie già esistenti, ha aggravato il delicato equilibrio psicofisico. Senza dimenticare le fasce più deboli, dove si è registrato un marcato aggravamento dei problemi già esistenti del tipo emarginazione sociale, difficoltà economiche e solitudine. Impegno Civico consapevole di tutto questo, ritiene che la salute sia una esigenza primaria di tutti i cittadini e pertanto merita una maggiore attenzione e maggiori risorse economiche”.

Arrivano infine le parole dell’Onorevole Gianluca Vacca, candidato capolista alla Camera: “Impegno Civco è nato per segnare una distanza tra noi, che con senso di responsabilità abbiamo messo le esigenze dei cittadini al primo posto, ed altri che hanno dato preferenza ai propri interessi di partito. In un momento in cui servirebbe un governo stabile e pienamente operativo, tra l’impennata dei costi dell’energia, il boom dell’inflazione, la crisi russo-ucraina, la destra e il partito di Conte, il “fu” Movimento 5 Stelle, hanno scelto di capitalizzare il consenso e passare all’incasso, cercando una poltrona sicura invece di pensare alle priorità dell’Italia. Il problema è che la costruzione di un nuovo governo richiederà settimane, se non mesi, di attesa, anche se i provvedimenti per sostenere i cittadini servono adesso. Impegno Civico si presenta con proposte credibili, che non sfasciano i conti dello Stato. A partire da un decreto che tagli il costo delle bollette, passando poi per temi di straordinaria importanza come un reddito di cittadinanza da difendere e migliorare, e il salario equo e il salario minimo. Il governo Draghi era già a lavoro su questo tema con un tavolo tecnico che, inevitabilmente, è stato fatto saltare da chi ci sta mandando al voto prima del tempo. Mi domando come adesso possano essere credibili i partiti che hanno interrotto questo percorso: sono stati i primi a dimostrare di non voler portare a casa il salario minimo, inserirlo nel programma non è altro che una bandierina da campagna elettorale”.

IL PROFILO DEI CANDIDATI

Primo Di Nicola, giornalista e scrittore, per oltre trenta anni ha lavorato al settimanale “L’Espresso”. Autore di grandi inchieste su terrorismo, mafia, servizi segreti e sprechi e costi della politica, ha rivelato e documentato per primo i privilegi della Casta, a cominciare dai segreti dei vitalizi parlamentari. Ha lavorato anche al “Fatto Quotidiano” ed è stato direttore del “Centro”. Ha pubblicato i libri “MARIO SEGNI chi è l’uomo che vuole cambiare le regole del gioco” (Sperling e Kupfer 1992); “Orgoglio e vitalizio” (PaperFirst 2017); “Parassiti” (PaperFirst 2021) e il romanzo “Annacuccu” (Castelvecchi 2020). E’ stato anche docente alle università di Chieti e Tor Vergata. Eletto senatore nel 2018, è vicepresidente della commissione parlamentare di vigilanza Rai. Ha presentato numerosi progetti di legge, sull’evasione fiscale e l’informazione. Da ricordare quelli per la riforma della Rai, le querele temerarie contro i giornalisti, il tetto alle partecipazioni azionarie di soggetti economici in conflitto di interesse nelle società editoriali, l’introduzione di una soglia minima nei compensi dei giornalisti. Insignito tra gli altri del Premio Borsellino e del Premio Sulmona alla carriera.

Federica Gasbarro è una attivista contro i cambiamenti climatici, autrice di tre libri editi dal Gruppo Mondadori e Dottoressa in Scienze Biologiche presso l’ateneo di Tor Vergata – Roma. Tiene una rubrica settimanale su The Wom e ha un blog su Huffington Post. È nei “100 number one” di Forbes Italia, la classifica dei giovani italiani leader del futuro 2021. Ha rappresentato i giovani del suo paese che si battono per un futuro migliore, come unica italiana scelta dalle Nazioni Unite (insieme a Greta Thunberg e ad altri 99 ragazzi) al primo raduno di giovani leader al palazzo di vetro di NY e all’Assemblea Generale durante il vertice per il Clima 2019. Nell’Ottobre 2021 ha avuto l’opportunità di incontrare Sua Santità, Papa Francesco per due volte e tenere un discorso in Sua presenza durante l’evento: “incontro Religione e Scienza verso COP26” alla presenza del Ministro degli Affari Esteri Luigi Di Maio, il Presidente di COP26 Alok Sharma, alte cariche religiose e civili. Attualmente è rappresentante dei giovani italiani ai negoziati sul clima delle Nazioni Unite di COP26 e partecipa ad eventi nazionali ed internazionali di alto calibro confrontandosi con le più alte Cariche dello Stato. Porta avanti con passione l’attivismo per l’ambiente e l’attività di divulgazione scientifica sia sui social come Green Influencer che con altri mezzi a sua disposizione. L’attività di divulgazione ha solide basi, affonda infatti le sue radici nel bagaglio culturale legato al corso laurea in Scienze Biologiche. Nel Maggio 2022 è stata chiamata dall’Università Bocconi per portare la sua testimonianza e raccontare la sua storia agli studenti del Master in Sustainability and Energy Management.

Vincenzo d’Ottavio è un medico di famiglia che svolge la sua attività a Ortona dal 1983. Entrato in politica nel 1994 con il Partito Popolare Italiano. Più volte eletto in Consiglio Comunale a Ortona dal 2002 prima con la “Margherita “e poi nel 2007 con il Partito Democratico. Nel frattempo nel 2005 entra in Consiglio Provinciale a Chieti. Nel 2012 diventa Sindaco di Ortona sempre con il Partito Democratico fino al 2017. Dal 2017 è Presidente dell’Associazione culturale “Abruzzo in Movimento”. Dal 2018 è iscritto a “Centro Democratico “di Bruno Tabacci e fa parte della Direzione Nazionale di questo partito.

Gianluca Vacca, dal 2004, è docente di lettere e latino nelle scuole secondarie (dal 2011 di ruolo nella scuola secondaria di I grado). Parlamentare dal 2013, si è sempre occupato di cultura, istruzione, formazione e sport all’interno delle Commissioni competenti. Nel corso della legislatura è stato Sottosegretario alla Cultura, lavorando per far arrivare quante più risorse per la valorizzazione dell’intero territorio abruzzese. In particolare, si ricordano gli interventi per L’Aquila nell’anno del decennale, per la valorizzazione del patrimonio archeologico di Chieti, per il recente finanziamento degli scavi al Parco archeologico Rampigna a Pescara; nonché quelli a favore degli enti culturali regionali. È stato più volte Capogruppo di Commissione. È attualmente tesoriere del gruppo alla Camera dei Deputati di Insieme per il Futuro.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©

    Ti potrebbe interessare: