VERSO IL VOTO: SIGISMONDI, “LISTE FDI PER GOVERNARE PAESE”, “LIRIS CONNETTORE TRA REGIONE E ROMA”

9 Agosto 2022 15:48

Regione - Cronaca, Politica, Politiche 2022

L’AQUILA – “Stiamo lavorando in maniera meticolosa alla composizione delle liste che non saranno un mero elenco di candidati, ma una vera e propria proposta di governo che deve dare ampia rappresentatività all’Abruzzo, con le persone migliori per competenza, esperienza e conoscenza del territorio”.

Così nell’intervista streaming  di Abruzzoweb il coordinatore regionale di  Fratelli d’Italia, Etel Sigismondi, in vista del voto del 25 settembre. In queste ore tutti i partiti sono impegnati a compilare le liste che dovranno essere depositate il 22 agosto all’ufficio elettorale in Corte d’Appello e ancor prima, entro il 14 agosto, dovranno essere depositati i simboli elettorali al Ministero dell’Interno.

Fratelli d’Italia, in Abruzzo, stando ai sondaggi attuali,  che la danno ad oltre il 23%, potrebbe ottenere ben 4 posti in Parlamento dei 13 a cui la regione può ambire.

Sigsmondi è tra i papabili, assieme all’assessore regionale, l’aquilano Guido Liris, al consigliere regionale e capogruppo, il pescarese Guerino Testa, e ancora al sindaco di Navelli, Paolo Federico, all’assessore comunale dell’Aquila, Ersilia Lancia, moglie di Sigismondi, al presidente del Consiglio di Amministrazione della Banca del Fucino, Mauro Masi,  come pure Antonella Ballone, presidente della Camera di Commercio Gran Sasso d’Italia, nata dalla fusione delle camere dell’Aquila e di Teramo.

Per quanto riguarda Liris, Sigismondi nega che l’ipotesi sia osteggiata da presidente della Regione Marco Marsilio, che teme l’indebolimento del suo esecutivo,  e dal sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, per venir meno della rappresentanza cittadina in regione, e anche per rivalità per la primazia nel partito, come illustrato da Abruzzoweb.

Ci sono tanti possibili interpreti di questa questa stagione politica, ma con un punto fermo,  ci servono persone che devono avere esperienza e capacità ammnistrativa, e devono anche  conoscere il programma del governo regionale che, si è reso evidente in questi anni, ha necessità, di una forte connessione con quello nazionale. Questo ruolo di connettore potrebbe essere ben interpretato da Liris, che conosce alla perfezione e di persona tutti gli aspetti della politica regionale. Marsilio non può che concordare su questo, come pure Biondi, perché L’Aquila città ancora in ricostruzione post-sismica non potrà che avere giovamento da una sua autorevole presenza in Parlamento”.

Quanto riguarda la sua, di candidatura, premette Sigismondi, “non mi piace parlare di me, ma certo il mio nome viene fatto tutti i giorni sui giornali. Fdi comunque è un partito serio, che sta facendo un ragionamento corale, in cui certo c’è anche il nome di Sigismondi, e ne sono contento e onorato”.

Infine un attacco a chi a sinistra già evoca il “pericolo fascista” in caso di un governo con la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni, presidente del Consiglio.

“Un film già visto: quando il centro-sinistra deve demolire l’avversario torna sempre ad una pagina della storia che però non ci appartiene. Noi siamo un partito nuovo e moderno, con tanti giovani, che guarda al futuro e non al passato e che potrebbe far sì che in Italia ci sia, per la prima volta nella sua storia, una premier donna. Lasciamo il centrosinistra a guardare al passato, ai suoi tentativi fallimentari di creare un campo largo, diventato un campo dilaniato. A noi interessa il presente e il futuro, dare un governo forte e stabile per risolvere i tanti problemi del Paese”.

LA DIRETTA

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©

    Ti potrebbe interessare: