VOTO CELANO: SANTILLI, “IN CINQUE ANNI FATTO TANTO, ORA PRIORITA’ TURISMO, MEDICINA BASE E SCUOLE”

18 Settembre 2020 08:07

CELANO – “In questi cinque anni è stato fatto davvero molto, ed è sotto gli occhi di tutti. Ma ora siamo già concentrati su quello che dobbiamo vogliamo realizzare nei prossimi cinque”

Così l’ingegnere ambientale Settimio Santilli, sindaco uscente e ricandidato a indossare per altri 5 anni la fascia tricolore a Celano, in provincia dell’Aquila, centro di oltre 10mila abitanti,

Ad appoggiare Settimio Santilli, esponente di Fratelli d’Italia, la civica di centrodestra Una città da amare, in cui si candida anche l’ex sindaco ed parlamentare prima Fi e Pdl, poi di Ncd, Filippo Piccone.

Santilli ha iniziato la sua carriera come assessore della giunta Piccone, considerato suo delfino.

Se la dovrà vedere ora con Gesualdo Ranalletta, imprenditore nel settore del contact center, alla testa di una coalizione civica di centrosinistra, man anche con esponenti di centrodestra.

Settimio Santilli per un candidato sindaco uscente più che le cose da fare, è importante illustrare quello che è stato già fatto. Nel suo caso?

In questi cinque anni è stato fatto davvero molto, ed è sotto gli occhi di tutti. Le politiche sociali hanno avuto una centralità importante, abbiamo realizzato la nuova sede per i ragazzi disabili e il centro per l’autismo, ben 70 cantieri hanno riguardato la riqualificazione dell’intera città a cominciare dai quartieri periferici come  Sacro Cuore e la Stazione.
E potrei andare avanti a lungo.

I  suoi competitor l’accusano di non avere abbassato le tasse con le ingenti entrate del nuovo parco fotovoltaico. Cosa risponde?





Le entrate del fotovoltaico le percepiamo solo dal 2019 nella loro totalità, essendoci stato in precedenza un ricorso al Tar di una ditta esclusa. Il parco fotovoltaico voglio ricordare è stato realizzato grazie all’impegno di Filippo Piccone, e farà entrare nelle nostre casse 5 milioni di euro l’anno. Intanto però è bene ribadire che sono stati diminuiti sensibilmente i trasferimenti dallo Stato a beneficio dei comuni e dunque grazie anche alle risorse del fotovoltaico siamo riusciti a tenere l’Imu al minimo, ad abbassare la Tari del 20%, e a realizzare gli interventi di cui alla precedente domanda.

Cosa ha promesso ai cittadini elettori per i prossimi cinque anni?

Completeremo gli interventi sull’edilizia scolastica, investiremo risorse per la messa in sicurezza del territorio e per la mitigazione del rischio idrogeologico e rischio sismico. Per quanto riguarda il turismo doteremo le meravigliose gole di Celano di infrastrutture adeguate, ovvero di un’area parcheggio, un’area camper  e rifugi montani. Altra priorità è la ristrutturazione del palazzo Don Minozzi nei pressi del castello, destinato a diventare una galleria civica di arte moderna e contemporanea, con un teatro ed una veranda della musica. Infine, ed è forse una delle misure più importanti, vogliamo sviluppare un sistema di medicina del territorio a Celano in collaborazione con i medici di base per alleggerire il numero di codici verdi e codici bianchi all’ospedale di Avezzano. Le persone potranno essere visitate qui a Celano, per i casi meno gravi, con vantaggi da tutti i punti di vista sia per il paziente, sia per la sostenibilità del sistema sanitario.

E’ vero che Celano è un feudo di Piccone e come viene scritto in gergo giornalistico?

Filippo è un grande valore aggiunto per la  sua esperienza politica e amministrativa. Nei prossimi anni il suo ruolo sarà determinante per consentire a Celano di intercettare le risorse europee del recovery fund.

Un giudizio sul suo avversario Gesualdo Ranalletta.

Di massimo rispetto e stima per lui per tutti i componenti della sua lista.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare:


Gli articoli più letti in queste ore:

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!