VOTO L’AQUILA, I MISTER PREFERENZE: SANTANGELO, “IL SEGRETO? NON CHIUDERSI NEL PALAZZO”

15 Giugno 2022 15:14

L'Aquila - Abruzzo, Politica

L’AQUILA – “La chiave del consenso? E’ l’ascolto, è il non chiudersi all’interno del palazzo, è il lavorare quotidianamente con impegno, individuando i problemi e trovando le soluzioni”.

Così nell’intervista ad Abruzzoweb Roberto Santangelo, 41enne vicepresidente del consiglio regionale, recordman di voti alle elezioni amministrative di domenica che hanno visto la vittoria al primo turno del candidato sindaco del centrodestra Pierluigi Biondi, di Fratelli d’Italia.

Roberto Santangelo, candidato con L’Aquila futura, che ha preso l’8,6%, è stato rieletto consigliere comunale, con ben 1.196 preferenze, primo in assoluto.

Al secondo posto il vicesindaco Raffaele Daniele, di Fdi, con 1.150 voti, terzo l’assessore comunale di Fdi Vito Colonna, con 964 voti.

A seguire Livio Vittorini, anche lui di Fdi, alla sua prima esperienza politica, figlio di Stefano Vittorini, più volte amministratore comunale, con 954 voti.

Alla domanda se la sua carica di vicepresidente del consiglio regionale può essere compatibile con quella del presidente del Consiglio comunale, tenuto conto che nessuna norma lo vieta, e che L’Aquila futura ha preso ben tre consiglieri, Santangelo si affretta a dire che, “la questione della giunta e degli incarichi non è stata ancora affrontata. Importante in tal senso una più attenta e capillare analisi del voto”.

Sulla sconfitta del centrosinistra Santangelo afferma poi: “Io credo che non si sono ancora assorbite le scorie delle primarie del 2017, che portarono alla  prima candidatura a sindaco di  Americo Bi Benedetto. E così in queste elezioni il campo del centrosinistra si è presentato diviso e litigioso, E pertanto gli elettori hanno preferito  il centrodestra unito e compatto, e che aveva ben amministrato”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: