VOTO L’AQUILA, ULTIME ORE PER LE LISTE: IL TOTONOMI. SANTANGELO UNICO CONSIGLIERE REGIONALE IN CAMPO

L’ESPONENTE CIVICO IL SOLO A CANDIDARSI COME ASPIRANTE A PALAZZO MARGHERITA. L’ALTRO E’ DI BENEDETTO CHE PERO’ E’ CANDIDATO SINDACO DI UN GRUPPO DI CENTROSINISTRA. TRA LE NOVITÀ L’AVVOCATO BARBARA TEMPESTA, FIGLIA DEL DUE VOLTE SINDACO BIAGIO, IN FDI, E IL NOTO CARDIOLOGO LUCA ANTONINI, NELLA LEGA, IL PROFESSOR UMBERTO DANTE CON AZIONE. SCADENZA DOPODOMANI ALLE 12 

di Filippo Tronca

12 Maggio 2022 08:19

L'Aquila: Abruzzo

L’AQUILA – Sarà  Roberto Santangelo, vice presidente vicario del consiglio del Consiglio regionale e consigliere della civica Azione politica, l’unico inquilino aquilano di Palazzo dell’Emiciclo a candidarsi da aspirante consigliere comunale alle amministrative dell’Aquila del 12 giugno prossimo, come leader della civica L’Aquila Futura in appoggio al ricandidato sindaco, Pierluigi Biondi, di Fdi, nella coalizione di centrodestra.

È il 41enne aquilano il solo aver deciso di cimentarsi a oltre tre anni dalle elezioni regionali nella pattuglia dei consiglieri regionali aquilani: Guido Liris, ora assessore regionale, di Fdi, ex vice sindaco di Biondi, Emanuele Imprudente, ora vice presidente della Giunta, della Lega, e Pierpaolo Pietrucci, del Pd.

L’altro consigliere regionale a scendere in campo è Americo Di Benedetto, consigliere regionale di Legnini presidente e comunale de Il Passo possibile, già candidato sindaco perdente cinque anni fa, ma alla guida di un raggruppamento civico nell’area di centrosinistra.

È questo solo uno dei dati acquisiti a due giorni dalla presentazione delle liste, entro il 14 maggio alle ore 12, per una competizione che vedrà in campo non meno di 315 e non più di 480  candidati – essendo le liste da 21 a 32 nominativi –  schierati nelle sei liste di Biondi, nelle sei della deputata del Partito democratico Stefania Pezzopane, compresa quella del Movimento 5 Stelle, e nelle tre liste di Di Benedetto.

Va da sé che sono giorni febbrili per presentare liste competitive, possibilmente evitando meri “riempitivi”, ma puntando su candidati che possono davvero portare voti, come rappresentanti delle professioni, dei territori, insomma con buone reti per pescare consensi.

A seguire, dunque il toto-nomi aggiornato, con le new entry, e a seguire il riepilogo dei candidati già da tempo noti.

CENTRODESTRA

Biondi sarà sostenuto da  sei liste, espressione di un numero però maggiore di partiti e forze civiche: Fratelli d’Italia, Lega, Forza Italia, Udc, L’Aquila al centro, L’Aquila Futura, Progetta, Noi con l’Italia, Partito repubblicano italiano, Civici e indipendenti per Biondi sindaco.

A ricandidarsi tutti i consiglieri e assessori uscenti di Fratelli d’Italia che secondo i rumors parte coi favori del pronostico.

I nomi dell’ultima ora sono per Fratelli d’Italia Margherita Fatigati, il carabiniere in pensione Emilio Cucchiarelli,  ed ancora l’avvocato Barbara Tempesta, figlia dell’ex sindaco di destra Biagio Tempesta e la giornalista de Il Capoluogo Loredana Lombardo.

Nella Lega i nomi nuovi e di peso sono il cardiologo dell’ospedale dell’Aquila, Luca Antonini, l’ingegnere Angelo Sulpizio, ex Forza Italia, vice sindaco di Pizzoli e l’ex segretario comunale del Pdl Alfonso Magliocco, negli anni scorsi molto vicino all’ex assessore regionale del PDL ed ex Lega Gianfranco Giuliante, presidente di Tua.

Nella lista Civici e Indipendenti è sceso in campo Luigi Faccia, maestro di sci ed ex consigliere comunale.

In Forza Italia confermata la candidatura dell’ex assessore al Bilancio, Annalisa Di Stefano, ora presidente dei revisori dei conti di Tua, la società regionale dei trasporti, cacciata dalla giunta da Biondi, che non le aveva perdonato la partecipazione ad una conferenza stampa del deputato azzurro Antonio Martino, nella sede del consiglio comunale di Villa Gioia, con forti attacchi al primo cittadino, in occasione della prima seria crisi della giunta comunale. Di Stefano, fedelissima del coordinatore, il senatore Nazario Pagano, non ha preso di buon grado il ritorno tra gli azzurri, dopo il giro nella Lega e in Fratelli d’Italia, della cardiologa dell’ospedale San Salvatore Elisabetta De Blasis.

Per L’Aquila al centro, nomi spuntati nelle ultime ore, Noemi Tazzi, dipendente Asl, Alessia Manetta, imprenditrice, Domenica Giardini, dipendente Ater, Isabella Ippoliti, dipendente della Dompè, Giovanna Manilla, amministrativa alla Questura dell’Aquila.

Veniamo ora ai nomi già ufficializzati o dati per certo da tempo.

In Fratelli d’Italia, punti fermi restano  il capogruppo, Ersilia Lancia, moglie del coordinatore regionale, Etel Sigismondi, che è anche braccio destra del governatore, Marco Marsilio, anche lui di Fdi, nello staff della presidenza della Giunta abruzzese. In Fdi in campo anche Tiziana Del Beato, nel 2017 eletta nelle fila della Lega.

Tra i candidati di punta il 37enne professionista del mondo bancario Livio Vittorini, figlio del compianto Stefano, ex assessore e presidente del Consiglio comunale, il vice sindaco Raffaele Daniele, eletto con Unione di Centro ed ora fedelissimo del sindaco, con deleghe pesantissime come Bilancio, Ricostruzione pubblica e Commercio, come pure  l’assessore alla Ricostruzione privata, Opere pubbliche, e Sport, Vito Colonna. Il giovane consigliere comunale Leonardo Scimia, eletto, nel 2017, nella lista del sindaco, i consiglieri Giancarlo Della Pelle e Ferdinando Colantoni, eletti con Fi.

E ancora Mirko Giamberardini, ex calciatore e ora imprenditore, la consulente del lavoro Anna Olivieri, e Katiuscia Biasini, addetta all‘Infopoint della Fontana Luminosa, Katia Persichetti, moglie del presidente della Gran Sasso acqua, l’avvocato Alessandro Piccinini, ex assessore al Commercio, dimessosi nella primavera del 2019.

Ci sono poi Michele Malafoglia, portavoce di Fdi a L’Aquila, sostenuto dall’assessore alla Mobilità Carla Mannetti, che invece non si ricandiderà, Claudia Pagliariccio, anche lei già candidata a sindaco con Casapound. L’avvocato Gianluca Museo, e l’avvocato Fabrizio Iannini, fratello del costruttore Eliseo Iannini, il consigliere uscente Silvia D’Angelo, entrata in consiglio al posto di Colonna nominato assessore a marzo 2021.

Passiamo alla Lega: ad ufficializzare la sua candidatura, pochi giorni fa il funzionario comunale Michele Suriani, responsabile regionale del partito del dipartimento Pnrr e Infrastrutture.

Nella Lega ha fatto rumore la discesa in campo di Sabrina Di Cosimo, l’ex assessore comunale alla Cultura e Turismo eletta nel 2017 in consiglio comunale in forza Italia e defenestrata a febbraio 2019, dal  sindaco Biondi, con un insoluto benservito in cui sono stati denunciati “comportamenti poco consoni”.

Ancora in corsa assessori uscenti Daniele Ferella, Fabrizio Taranta e Fabrizia Aquilio, e i consiglieri Francesco De Santis, Luigi Di Luzio, Laura Cucchiarella, Roberto Jr Silveri e Luciano Bontempo, quest’ultimo eletto nell’Udc.

In campo anche il coordinatore cittadino Giorgio Fioravanti, il giornalista del quotidiano Il Centro ora in pensione, Vittorio Perfetto e di Gianluca Marinelli, dello staff del vice presidente Imprudente. Sarà della contesa, come nome forte, il carabiniere in pensione Domenico Petrocco.

In Forza Italia ruolo di primo piano per il capogruppo Giorgio De Matteis, ex assessore regionale e vice presidente vicario della Regione. In corsa il presidente del Consiglio comunale, Roberto Tinari, l’assessore Maria Luisa Ianni, il consigliere uscente Berardino Morelli e il segretario comunale Stefano Morelli, l’ex consigliere Adriano Durante.

In L’Aquila futura, oltre al citato leader Santangelo, dovrebbe essere ricandidato il consigliere Luca Rocci e l’assessore al Sociale Francesco Bignotti.

Alla lista civica del sindaco Civici e indipendenti candidati il sindacalista della Confsal Fabio Frullo, ex Uil, gli avvocati Guglielmo Santella, cugino del consigliere comunale di Articolo uno, Giustino Masciocco, e Paolo Colorizio.

Regista della lista Rinaldo Tordera, ex uomo di centrosinistra, ora referente del movimento Progetta e presidente dell’Accademia delle Belle Arti dell’Aquila, già direttore generale della Carispaq, poi acquisita da Bper, nonché ex presidente dell’Asm ed ex direttore generale della Asl provinciale dell’Aquila. Tutti incarichi ottenuti come tecnico di centrodestra ora con una disinvolta giravolta passato nell’altra sponda, quella di centrodestra.

In  L’Aquila al Centro, lista presentata dal leader nazionale di Coraggio Italia, Gaetano Quagliariello, senatore eletto nella circoscrizione L’Aquila-Teramo nel centrodestra con “Noi per L’Italia”, e dell’ex assessore regionale Mimmo Srour, coordinatore regionale, candidati   saranno i consiglieri uscenti Daniele D’Angelo Marcello Dundee, lo psichiatra Vittorio Sconci, l’ex primario di Ortopedia dell’ospedale San Salvatore, Stefano Flamini, l’imprenditrice Michela Pacione e il coordinatore cittadino, Mauro Cappelli.

CENTROSINISTRA

La candidata Stefania Pezzopane sarà sostenuta dal Partito democratico, L’Aquila coraggiosa, L’Aquila nuova,  99 L’Aquila, Demos e il Movimento 5 stelle.

In forse fino a qualche settimana fa, è in via di completamento la lista pentastellata. Tra i candidati Lorenza Petrozzi, insegnante impegnata nel sociale, il rappresentante Massimiliano Di GiambattistaIlaria Perrotti, figlia dell’ex dirigente della Regione Abruzzo e animatore del Comitatus aquilanus, Antonio Perrotti, e l’insegnante Rita Calvani. E ancora circolano i nomi di Paolo Baglioni, Roberto Di Giacomo, Donatella Simongini, Luigi Trivelloni, Marco Zanini e Anna Maria  Scopano

Prende forma anche la lista 99 L’Aquila, di area socialista con una componente ambientalista. Nomi nuovi sono Angela Rossi, farmacista di San Demetrio nei Vestini, Giulio Toscani, docente universitario, Giulia Porfiri, psicologa, Francesca Di Donato, insegnante, Giuseppe Castellano, sindacalista della Cisl.

Nel Pd nomi nuovi sono Valentina Raparelli, Stefano Innocenzi, ed Elisa Corsi.

Per L’Aquila nuova, Luca Schillaci dell’Area Valorizzazione Economica e Sociale del Parco nazionale Gran Sasso e Monti della Laga, Elisabetta Sulli e Marta Casilli.

Per L’Aquila Coraggiosa Amedeo Ianni, dirigente Dompé, e Simona Iovane, Ufficio Speciale Ricostruzione Abruzzo Sisma 2016, Diletta De Santis, studentessa e attrice teatrale, Tommaso Cotellessa, studente e conduttore della trasmissione Spazio occupato su Laqtv

A seguire invece i nomi già consolidati.

Nel Partito democratico pronti a candidarsi l’avvocato ex presidente del Consiglio Comunale, Carlo Benedetti, ora presidente della Commissione di Garanzia regionale del Pd, protagonisti delle due consigliature del sindaco dem Massimo Cialente, che invece non sarà della partita, il capogruppo Stefano Palumbo, il consigliere comunale Stefano AlbanoDomenico Jovannitti, figlio del senatore Alvaro Jovannitti, Viola Rotellini, e Stefano Innocenzi, ex consigliere di circoscrizione di Paganica. Ed ancora  Eva Fascetti, radiologa e portavoce delle Donne Democratiche della provincia dell’Aquila, l’ingegnere Quirino Crosta, la pediatra ed ex consigliere comunale, Antonella Santilli, l’ex vicepresidente del Teatro stabile d’Abruzzo, Adolfo Paravano.

Non si candiderà Emanuela Di Giovambattista, segretaria Unione Comunale Pd L’Aquila. Non si ricandidano nemmeno due protagonisti dell’amministrazione Cialente, l’ex assessore alla Ricostruzione, Piero Di Stefano, e l’ex assessore Maurizio Capri, presidente dell’Ordine degli avvocati dell’Aquila. e l’ex presidente vicario della Regione, ed ex parlamentare, Giovanni Lolli

Nella lista L’Aquila coraggiosa, che raccoglie i candidati schierati più a sinistra e espressione dei movimenti, punti fermi sono Luigi Fabiani, area Leu, ex presidente dell’Asm, la municipalizzata che gestisce a L’Aquila il ciclo dei rifiuti, l’avvocata Simona Giannangeli, storica attivista, in particolare sulla parità di genere, in ticket con il coordinatore cittadino del Movimento giovanile, Lorenzo Rotellini, l’ex consigliere comunale Giorgio Spacca, primario del reparto di Medicina riabilitativa dell’ospedale San Salvatore dell’Aquila, il medico di base Guido Iapatre.

In Aquila Coraggiosa anche la componente di Rifondazione comunista, che schiererà il preside ed ex assessore Antonio Lattanzi, insieme a Carla Casamobile, sorella di Alfonsina, operaia dell’Italtel dell’Aquila e sindacalista Fiom, scomparsa anni fa. Ci sarà poi il segretario cittadino di Sinistra italiana, Pierluigi Iannarelli. In corsa Alessandro Tettamanti espressione dei movimenti aquilani, storico attivista dello spazio sociale Casematte. La docente universitaria, Giusi Pitari, tra le fondatrici del movimento delle “carriole”, protagonista nel post-sisma 2009.

Nella lista L’Aquila nuova in corsa ex sindaci di Castel del Monte, Luciano Mucciante, e di San Demetrio nei Vestini, Silvano Cappelli, per Italia viva il consigliere uscente Paolo Romano. Pezzo da novanta poi l’ingegnere Antonello Salvatori, in lista anche Stefania De Michele, dipendente dell’Ateneo, e Adolfo Bonura, figlio dell’ex vicesindaco Angelo Bonura.

Il noto fotografo Roberto Grillo sarà candidato di punta della lista civica Demos, che ha come registi ed ispiratori l’ex segretario provinciale della Dc ed ex presidente di Tua, Alfonso D’Alfonso, e l’ex amministratore unico dell’Ater provinciale dell’Aquila, Piergiorgio Merli.

Nella lista 99 L’Aquila, in corsa  l’ex assessore al bilancio di Cialente e ora consigliere di opposizione Lelio De Santis, di Cambiare insieme-Idv, Gianni Padovani, segretario regionale del Partito socialista, Antonella Sacco, rappresentante aquilana di Europa verde. Nome pesante è poi quello di Fernando Galletti, presidente dell’amministrazione separata degli usi civici (Asbuc), di Paganica e San Gregorio.

CIVICHE DI DI AMERICO DI BENEDETTO

Ad appoggiare Di Benedetto Il Passo possibile, che è la prima forza di opposizione in consiglio comunale dell’Aquila, con quattro seggi, L’Aquila e frazioni e infine la lista di Azione di Carlo Calenda e di + Europa.

Novità è la candidatura di Umberto Dante, già docente universitario presso l’Università dell’Aquila e La Sapienza Roma, ex  direttore della rivista di storia contemporanea “Abruzzo contemporaneo” ed ex presidente dell’Istituto regionale Iasric. In corsa anche l’insegnante Emanuela Cossetti.

Per  il Passo Possibile nomi delle ultime ore sono quelli del commercialista Luigi Parravano, in ticket con il medico di famiglia Annarita Bonfini, della professoressa ordinaria università dell’Aquila Anna Maria Cimini, l’assistente di Laboratorio Simona Sticco, e lo storico commerciante titolare de  La Luna Peppe Colaneri.

Per la lista L’Aquila e Frazioni Carlo Del Vecchio Gioconda Pellegrini, in rappresentanza del territorio della frazione di Bagno,  Alessandro Ianni e Giusy  Scimia, in rappresentanza delle delegazioni di Tempera e San Giacomo.

Per il Passo Possibile, candidata di punta è innanzitutto la pediatra Emanuela Iorio, già assessore comunale nella giunta di Massimo Cialente. C’è poi Fabrizio Ciccarelli, presidente dell’associazione civica Passo Possibile, gli avvocati Alessandro Tomassoni Barbara Amicarella.

Nella lista L’Aquila e frazioni pezzi da novanta sono certamente i consiglieri comunali di Passo Possibile Elia Serpetti Antonio Nardantonio, rispettivamente presidenti dell’Amministrazione separata di uso civico di Arischia, e quella di Preturo, e dunque ben radicati sul popoloso territorio dell’Aquila ovest. Si candida anche l’avvocato e musicista Sara Cecala, componente del Cda dell’Azienda per il diritto agli studi universitari  (Adsu) dell’Aquila. Come pure Massimo Scimia, componente del cda dell’Azienda territoriale edilizia residenziale (Ater) della provincia dell’Aquila.

In corsa anche Ali Salem, ex consigliere comunale del Pd, l’economista Valentina Di Nardo, la studentessa universitaria Martina Coccia.

In Azione, il partito dell’eurodeputato Carlo Calenda, che ha come segretario regionale l’ex deputato teramano Giulio Sottanelli, in lista dell’ex consigliere comunale Enrico Verini e il noto assicuratore ed ex tennista, Paolo Gliubich.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: