VOTO L’AQUILA: UN FUTURO PER COLLEMAGGIO, CONFRONTO PEZZOPANE E DI BENEDETTO A CASEMATTE

11 Maggio 2022 12:18

L'Aquila: Politica

L’AQUILA – Venerdì 13 maggio, alle ore 18, l’area dell’ex ospedale psichiatrico di Collemaggio ospiterà il primo confronto tra i candidati sindaco alle prossime elezioni comunali Stefania Pezzopane e Americo Di Benedetto.

Il tema è proprio il futuro dell’area, da troppi anni colpevolmente abbandonata dalle istituzioni. Capire insieme quali sono i programmi e la visione su Collemaggio in vista dei prossimi anni.

L’incontro pubblico si terrà nel giorno del 44esimo anniversario della fondamentale Legge Basaglia, che permise di superare la logica manicomiale fino ad allora vigente, liberando la società dalla costrizione dei manicomi.

“Sarà anche l’occasione dunque per parlare di intervento sociale legato in particolare alla salute mentale e ai servizi che in quest’ambito il pubblico offre sul territorio, con particolare sguardo alle attività di prevenzione e al disagio giovanile”, afferma il 3e32/CaseMatte che organizza l’iniziativa.

Fin dalla nostra nascita, 13 anni fa, abbiamo chiesto che il parco di Collemaggio venga riqualificato. Si tratta di 19 ettari di verde ed edifici a ridosso del centro storico della città, che chiediamo diventi un parco dedicato alla costruzione di solidarietà e a pratiche di benessere comunitario e creatività, così come impone la stessa Legge Basaglia.

Nel corso dell’evento si cercherà anche di fare il punto sul progetto del “Parco della Luna”, che avevamo proposto nel 2016 insieme a numerose associazioni, tra le quali alcune che svolgono le proprie attività proprio nell’ex ospedale di Collemaggio. “Un progetto che riuscimmo a far entrare nell’agenda dei decisori pubblici, ottenendo un finanziamento di 10 milioni di euro che oggi sembra svanito nel nulla. A causa del sostanziale disinteresse dell’amministrazione Biondi, infatti, il progetto a oggi giace abbandonato, come tutta l’area, lasciata vergognosamente per lo più al buio e con i palazzi  aperti in preda dell’usura”, si legge nella nota.

 

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: